Che cos'è l'agroecologia? – Ecologico

0
490
Che cosè lagroecologia Ecologico
Che cosè lagroecologia Ecologico

Senza dubbio, gli attuali sistemi agricoli hanno fornito cibo a miliardi di persone sulla Terra. Tuttavia, questi metodi di coltivazione hanno causato alcuni dei peggiori danni al pianeta attraverso la deforestazione, l'inquinamento dei corsi d'acqua, contribuendo alla perdita di biodiversità e desertificazione. In risposta a queste pratiche dannose, gli scienziati hanno sviluppato l'agricoltura agroecologica.

Un nuovo metodo

Le procedure e le tecniche di agroecologia non sono una novità. In effetti, la prima menzione di questo nuovo tipo di agricoltura fu pubblicata nel 1920.

Da allora, in generale, questa branca della scienza ha offerto approcci allo sviluppo sostenibile in un modo che esponga soluzioni reali ai problemi locali e dia potere agli agricoltori. Vuoi approfondire l'agroecologia? Continua a leggere!

La diversità delle risorse naturali

Tre raccolti oggi sostengono il 50% della popolazione mondiale: riso, grano e mais. Nel frattempo, la variazione genetica in altre colture, bestiame e altre specie animali e verdure selvatiche sta assistendo a una rapida tendenza al ribasso.

D'altra parte, i sistemi di agricoltura agroecologica favoriscono la diversità. Da una prospettiva biologica, l'agroecologia migliora la varietà di specie in un ambiente specifico.

Nelle pratiche di agroecologia, gli agricoltori includono un'ampia varietà di specie vegetali locali e persino aggiungono o mantengono cespugli e alberi esistenti. Inoltre, gli agricoltori agroecologici potrebbero aiutare a migliorare la biodiversità locale facendo una combinazione di quanto segue:

  • Colture in rotazione regolare e introducendo i legumi per aumentare naturalmente l'azoto nel terreno grazie alla loro simbiosi con i batteri.
  • Sviluppando sistemi zootecnici con specie e razze locali.
  • Gli allevatori di pesce alleveranno specie ittiche locali.

Condivisione della conoscenza: le basi dell'agroecologia

Le pratiche agroecologiche non seguono un unico schema. Piuttosto, dipendono dai contesti ambientali, sociali, economici, culturali e politici della regione.

Per esempio, agricoltori che lavorano insieme e condividono la conoscenza è la base per sostenere questo tipo di sistema. Con questo, tutte le innovazioni si basano sulla conoscenza e sull'esperienza di chi conosce meglio la terra, oltre al supporto scientifico.

La sinergia ci rende tutti più forti

In parole povere, l'agricoltura agroecologica è impostata dove esiste una sinergia tra tutte le sue pratiche e metodi al fine di combattere in modo più efficiente un problema comune: il cambiamento climatico. L'agroecologia cerca di rallentare o invertire il nostro clima in rapida evoluzione.

Per fare questo, i sistemi agroecologici combinano colture perenni e annuali, bestiame, animali marini, suolo, risorse forestali, acqua e altri componenti agricoli. In questo modo, ogni cosa trova il suo posto, determinando una relazione simbiotica positiva e favorendo la lotta al cambiamento climatico.

Un sistema agricolo più efficiente

Uno dei maggiori problemi con i metodi agricoli tradizionali sono le elevate quantità di azoto nei fertilizzanti chimici. Le colture assorbono il 50% dell'azoto ma il resto rimane nel suolo e finisce per inquinare le falde acquifere.

Tuttavia, i sistemi di rotazione delle colture che includono i legumi possono aiutare a risolvere questo problema. Legumi come lenticchie, ceci e piselli fissano l'azoto atmosferico e rilasciano materia organica di alta qualità nel terreno, lasciando un sacco di azoto naturale per il prossimo ciclo di colture.

I fertilizzanti chimici con alti livelli di azoto hanno un costo economico e ambientale e la rotazione delle colture riduce esponenzialmente questi costi. La natura non riconosce il termine "rifiuto", tutto può essere riutilizzato a beneficio di un'altra specie vegetale, animale o batterica.

Promuovere i valori umani e sociali

L'agroecologia protegge e migliora la vita rurale, uguaglianza e benessere generale. Questi sono tutti aspetti essenziali di un sistema agricolo sostenibile.

Niente ha senso se gli agricoltori vengono sfruttati e maltrattati, soprattutto quelli dei paesi in via di sviluppo. Il sostentamento degli agricoltori si basa sulla coltivazione di cibo per altri che non apprezzano il loro lavoro, il loro tempo o la biodiversità da cui tutti dipendiamo.

È qui che entrano in gioco i governi. Se non sviluppano un modo efficace per proteggere i loro cittadini e agricoltori, dovrebbe esserci un potere globale che lo fa.

In questo modo, le leggi internazionali che proteggono l'ambiente ei diritti umani lo sono un passo necessario per garantire il successo dei sistemi agroecologici.

Allo stesso modo, i sistemi di agricoltura agroecologica supportano diete sane abbastanza diverse da sostenere molte esigenze alimentari culturali diverse. In altre parole, esso promuove cibi di provenienza locale che fanno bene alle persone, reinvestire denaro nell'economia locale, sensibilizzare alle colture autoctone e proteggere diverse specie di colture.

Così, creando un'economia locale, circolare e comunitaria.

Agroecologia: la transizione verso un'agricoltura sostenibile

L'agroecologia è nella maggior parte delle agende dei paesi sviluppati, così come dei paesi in via di sviluppo.

Il cambiamento climatico è reale. Le temperature globali, il declino della terra fertile e una popolazione in costante aumento lo sono problemi che richiedono una soluzione.

Questo tipo di sistema è una boccata d'aria fresca per il pianeta. Inoltre, l'agricoltura agroecologica mostra al mondo che altri modi di vita non solo sono possibili, ma migliori per noi e per il pianeta Terra.

L'effetto del cambiamento climatico sugli orsi polari

Non sappiamo ancora l'effetto completo del cambiamento climatico sugli orsi polari. Ma stiamo vedendo sempre più immagini di orsi affamati Leggi di più »