Cos'è la laminite nei cavalli? – Cavalli

0
20
Cosè la laminite nei cavalli Cavalli
Cosè la laminite nei cavalli Cavalli

La laminite nei cavalli è una condizione caratterizzata da un'infiammazione delle parti molli dello zoccolo (la lamina). Queste "placche" uniscono la parte corneo dello zoccolo con la falange distale del terzo dito, che è l'ultimo osso del piede del cavallo.

Purtroppo è un problema comune a tutti i cavalli. Tuttavia, può colpire anche pecore, capre e maiali. Ma quello di cui soffrono questi esili quadrupedi è il più grave e comune.

Laminite nei cavalli: l'anatomia dello zoccolo

In un animale sano, la terza falange è attaccata all'interno della parte corneo dello zoccolo da un legamento sospensivo. La superficie interna dello zoccolo è piegata sotto forma di fogli per aumentare lo spazio di presa di questo legamento sospensorio. La laminite nei cavalli causa il fallimento di queste placche. Pertanto, la falange non è più attaccata correttamente allo zoccolo.

Il peso del cavallo e i suoi stessi movimenti continueranno a spingere l'osso della punta verso il suolo come di consueto. Ma senza la protezione dello zoccolo, i vasi sanguigni si rompono e i tessuti molli si infiammano. Pertanto, il dolore acuto e la zoppia non richiedono molto tempo per apparire.

Insorgenza e decorso della laminite nei cavalli

La laminite inizia quando la causa innesca la separazione laminare, che può durare tra le 30 e le 40 ore. Durante questo periodo, prima che i sintomi compaiano alle estremità, il cavallo di solito sperimenta i seguenti problemi:

Queste afflizioni multisistemiche, anatomicamente distanti dallo zoccolo, sono dovute al disagio causato dalla disorganizzazione dell'anatomia laminare. Questa è la cosiddetta fase di sviluppo e non sempre compare. Alcuni animali passano direttamente alla fase acuta, senza aver sofferto di un apparente problema di salute.

Fase acuta

Come accennato in precedenza, la fase di sviluppo finisce per fondersi con la fase acuta quando compaiono i primi segni di dolore allo zoccolo. Dura da questo momento fino a quando non ci sono prove cliniche di spostamento della falange all'interno dello zoccolo.

La laminite tende a colpire principalmente gli arti anteriori, presumibilmente perché sopportano la maggior parte del peso del cavallo (circa il 65%).

Un cavallo con laminite acuta tende a spostare il proprio peso da un piede all'altro. Lo fanno per alleviare il dolore. Anche così, a un certo punto, l'animale potrebbe essere costretto ad appoggiarsi al piede colpito, il che significa che il disagio tornerà.

Fase cronica

Se il cavallo non muore durante la fase acuta, subirà lo spostamento della falange all'interno dello zoccolo. Questo è il segno distintivo della laminite cronica e può essere visto su una radiografia. I sintomi in questa fase della malattia possono durare indefinitamente. Ecco qui alcuni di loro:

  • Un leggero ma zoppicare persistente
  • Dolore intenso; il cavallo vorrà trascorrere più tempo sdraiato
  • Degenerazione totale delle fissazioni laminare
  • Deformazione della parete dello zoccolo
  • Penetrazione della suola dello zoccolo da parte dell'osso spostato

Quest'ultimo sintomo può portare all'osteomielite infettiva della terza falange e persino al distacco dello zoccolo.

Quanto può essere grave la laminite nei cavalli?

La laminite è probabilmente la più grave malattia del piede. In effetti, ioè la seconda causa di mortalità nei cavalli, dopo le coliche. Se l'animale colpito non muore per cause naturali, il veterinario di solito ricorre all'eutanasia, a causa della sofferenza permanente dell'animale.

Inoltre, nonostante i migliori sforzi, la risposta alla terapia varia notevolmente tra i cavalli, il che rende ancora più difficile una prognosi accurata.

Nota finale: laminite nei cavalli e sua relazione con il tratto gastrointestinale

La maggior parte degli autori afferma che la laminite è una conseguenza di un altro evento non correlato al piede. A prima vista, questo può sembrare strano. Ma questa malattia ha dimostrato di coinvolgere direttamente il tratto gastrointestinale. Ecco alcune delle cause descritte dagli esperti:

  • Consumo eccessivo di cereali e carboidrati
  • Infiammazione dell'intestino tenue
  • Colica
  • Diarrea acuta

Tuttavia, una causa particolare suscita la curiosità dei veterinari: le alterazioni del metabolismo dell'insulina. Si dice che i cavalli con una storia di insulino-resistenza tendano a soffrire di laminite.

Per verificare questa ipotesi, gli esperti hanno condotto studi sperimentali per monitorare i cavalli con iperinsulinemia prolungata. Tutti loro hanno finito per sviluppare la laminite in meno di 72 ore.

Perciò, i veterinari consigliano sottoporre regolarmente i cavalli a esami del sangue. In questo modo, rilevano l'iperinsulinemia, un veterinario può applicare tecniche per ridurne la concentrazione nel sangue e, soprattutto, ripristinare la sensibilità all'insulina. Per esempio, attraverso diete dimagranti a basso indice glicemico e esercizio moderato.

Malattie frequenti nei cavalli da competizione

Le frequenti malattie nei cavalli da competizione sono dovute a vari fattori che li rendono inclini a patologie locomotorie e altre malattie. Leggi di più "