I social network cambiano il modo in cui percepisci gli animali

0
131
I social network cambiano il modo in cui percepisci gli
I social network cambiano il modo in cui percepisci gli

Non c'è dubbio che viviamo su un pianeta globalizzato e abbiamo la capacità di essere continuamente connessi. Internet consente agli utenti di condividere, acquisire conoscenze e persino guadagnarsi da vivere. Questa dovrebbe essere l'era dell'informazione e tuttavia poche persone sono consapevoli che i social network cambiano il modo in cui percepiamo gli animali.

Nonostante i numerosi vantaggi dei media online, dobbiamo tenere in considerazione alcune cose quando esponiamo i nostri animali domestici sulle nostre pagine personali e quando cerchiamo informazioni affidabili sul regno animale.

Come i social network cambiano il modo in cui percepisci gli animali

I social network sono di gran moda e questo non sorprende. Anche così, ecco alcuni fatti per metterli in prospettiva:

  • Le stime indicano che 4540 milioni di persone hanno accesso a Internet nel 2019 (59% della popolazione mondiale)
  • Instagram ha 1 miliardo di utenti attivi oggi
  • La piattaforma Facebook ha circa 2320 milioni di utenti in tutto il mondo

Queste sono cifre astronomiche, come puoi vedere. Diversi studi mostrano come questa attività si traduca nel mondo della cura degli animali.

Ad esempio, l'80% delle ricerche relative alla cura degli animali (negozio di animali, cani, cibo per cani, per esempio) sono aumentate notevolmente negli ultimi quattro anni. "Negozio di animali" è il riferimento più cercato tra tutti i termini analizzati.

Allo stesso modo, è in aumento anche la presenza di pagine animali sui social network. Le stime indicano che ci sono oltre 100.000 collegamenti attivi a portali di animali domestici.

L'intenzione dei dati è cercare di mostrare l'importanza degli animali domestici nell'era dell'informazione. Non solo sono presenti in adorabili foto e video, ma i loro proprietari sono alla continua ricerca di informazioni per migliorare la loro qualità di vita, o almeno così pensano.

Animali e social network: un mondo di luci e ombre

I social network possono alterare la nostra percezione del mondo animale secondo diversi studi scientifici. Naturalmente, dipende dal contesto e dallo strato di popolazione.

Ad esempio, i risultati sono stati piuttosto diversi quando i ricercatori hanno presentato due storie sui primati a vari partecipanti: una a favore di tenere le scimmie in cattività e l'altra contro di essa. (Nota che l'immagine negli articoli era la stessa in entrambi.)

  • I partecipanti esposti alle notizie negative hanno attribuito livelli di stress più elevati nell'animale nell'immagine.
  • La notizia negativa ha promosso una discussione nel box dei commenti, dove c'erano delle “camere dell'eco” in cui quasi tutti i membri avevano un'opinione simile.
  • La notizia a favore di tenere le scimmie come animali domestici ha causato maggiore sfiducia tra i lettori.
  • In generale, hanno notato che i partecipanti erano meno espliciti sul benessere degli animali sui social network rispetto ai non social media.

Pertanto, la risposta degli utenti di Internet alla stessa immagine dipende in gran parte dal contesto. Questo può ammorbidire o aumentare in un certo senso il livello di consapevolezza e pensiero critico sul mondo animale.

Consapevolezza di come percepisci gli animali sui social media

Oltre a questi risultati, c'erano altri studi sull'impatto della presenza di animali nei social network e nei media educativi sui bambini.

Alcune persone credevano che l'esistenza di disegni, imitazioni e interpretazioni di diversi esseri viventi fosse negativa per la consapevolezza dei bambini sulla natura e sugli ecosistemi. La logica dietro è che i bambini avrebbero un'associazione parziale con la natura. Tuttavia, questo non è accurato.

Ad esempio, questi studi hanno rivelato che la presenza di figure di animali antropomorfe (interpretate da un punto di vista umano) nel materiale educativo non influisce affatto sul livello di comprensione degli esseri viventi da parte dei bambini.

Coloro che sono stati esposti alle informazioni sul mondo naturale ne sono usciti con maggiore conoscenza, indipendentemente dalle figure antropomorfiche, dai disegni e dal materiale che accompagna il contenuto informativo esposto. C'è una possibilità per la conoscenza finché ci sono informazioni affidabili.

Questione di sfumature

Come puoi vedere, l'interazione tra animali e social network nella cultura umana è complessa, per non dire altro. Per esempio, ai bambini non sembra importare la presenza di materiale informativo trasformato da un punto di vista del tutto umano.

Allo stesso modo, gli studi suggeriscono che, a seconda della fonte e delle informazioni, si possono attribuire caratteristiche diverse alle stesse immagini animali. Infine, possiamo modulare il livello del dibattito a seconda del portale.

Stelle dei social media e diritti degli animali

Gli animali che compaiono nei film e nelle serie spesso diventano vere star dei social media. Tuttavia, questo può avere un impatto significativo sulla loro salute mentale. Leggi di più "