Il cane da canto della Nuova Guinea non è estinto

0
426
Il cane da canto della Nuova Guinea non è estinto
Il cane da canto della Nuova Guinea non è estinto

Per decenni abbiamo sentito parlare di animali curiosi che finiscono per estinguersi, come era il caso, fino ad ora, del cane canoro della Nuova Guinea. Fortunatamente, a settembre 2020, abbiamo ricevuto informazioni che ce lo dicevano questa specie non era estinta dopo tutto.

Hai sentito del cane che canta? Sai come ha evitato l'estinzione? Se la risposta è no, non preoccuparti, perché ora ti parleremo di questo strano animale e del suo dono.

Il cane canoro della Nuova Guinea è ancora con noi

Secondo le notizie pubblicate il 3 settembre 2020, il cane canoro della Nuova Guinea non si è estinto. Questa è una notizia di vitale importanza per l'ecosistema, come abbiamo pensato che questa specie fosse scomparsa all'inizio del XX secolo.

Tuttavia, fonti affermano che esemplari selvatici di questa razza di cane sono stati avvistati nel 2016 nel loro habitat naturale. In particolare, 15 di loro si trovavano nella Nuova Guinea orientale e in Indonesia.

Questa è un'ottima notizia per i discendenti di questa specie dagli zoo o dai centri di conservazione, dato che la consanguineità di esemplari in cattività può essere contrastata.

Tuttavia, nel 2018 è stata necessaria una seconda spedizione per raccogliere campioni biologici dagli animali. L'obiettivo era analizzare geneticamente gli animali e confermare se la specie corrispondeva realmente al taxon del cane canoro.

Anche se la risposta fosse affermativa, dobbiamo sottolineare il fatto che solo il 70% di il suo genoma coincide con la specie selvatica originaria. Gli esperti sospettano che ciò sia dovuto a un incrocio tra otto tipi di cani nordamericani per diverse generazioni.

Precauzioni per evitare l'estinzione

Inoltre, la spedizione del 2018 ha fornito un rapporto sulle misurazioni fisiologiche dei cani. Grazie a questo monitoraggio continuo, i ricercatori sono stati in grado di raccogliere informazioni sullo stato di salute e sulle condizioni fisiche di questi esemplari selvatici.

Il compito degli esperti non si è concluso qui, poiché hanno anche aggiunto localizzatori GPS su due animali per registrarne i movimenti e le abitudini. Ovviamente, il monitoraggio esaustivo di questi cani selvatici è stato essenziale per evitarne la scomparsa.

Grazie a questo progetto di ricerca, prevediamo un aumento della popolazione dei cani cantori della Nuova Guinea. Con cura e l'applicazione di misure adeguate, ci auguriamo che questo animale esotico, così come il suo particolare suono, possa essere goduto allo stato selvatico nel giro di pochi anni.

Curiosità sul cane canoro della Nuova Guinea

Ora che vi abbiamo dato la notizia, accenneremo ad alcuni aspetti tipici di questo affascinante cane.

Origini

Il nome scientifico del cane cantore della Nuova Guinea è Canis lupus hallstromi o Canis familiaris hallstromi. Questo canide è originario della Nuova Guinea, come indica il nome.

In particolare, questo canide vive nella parte occidentale della Nuova Guinea, che appartiene all'Indonesia. Questa parte riceve il nome di Papua e documenti scritti mostrano l'esistenza di individui di questa specie in questa regione per la prima volta nel 1897.

La scoperta di individui di questa specie è una gioia per la popolazione dell'isola. Sembrava che la razza del cane cantore della Nuova Guinea si fosse estinta a causa di:

  • La perdita di habitat
  • Croci con i cani selvaggi nei villaggi

Per quanto riguarda la loro posizione filogenetica, sembra che questi cani siano imparentati con il dingo. Ciò implica che, a livello evolutivo, sono apparsi prima dei cani moderni di oggi.

Conoscere le particolarità di questa specie “ancestrale” ci permette di approfondire la conoscenza attuale degli antichi precursori dei cani domestici e, di conseguenza, delle diverse razze di cani che vivono oggi nelle case di tutto il mondo.

Comportamento

Lo studio delle loro abitudini lo dimostra questi cani sono estremamente intelligenti poiché si adattano con successo ai cambiamenti nel tempo del loro habitat.

Un altro tratto distintivo di questo animale è la sua preferenza per i luoghi alti, date le sue buone capacità di arrampicata. È anche curioso sapere che questi cani girano la testa per comunicare tra loro.

Non usano solo la testa per questo, poiché le loro code lunghe, curve e mobili giocano un ruolo nella comunicazione. Inoltre, grazie alla loro pelliccia e fantasia, possono identificarsi da lontano.

Cantano davvero?

Anche se questo animale riceve il nome comune di cane cantore della Nuova Guinea, dobbiamo spiegare il motivo di questa curiosa denominazione. L'ululato di questo cane è simile a quello dei lupi, ma ha anche un tratto unico.

In questo tratto risiede la sua autenticità, perché questi cani hanno la capacità di modulare il proprio ululato. Dato che è in grado di controllare le sue vocalizzazioni, sembra che l'animale canti quando ulula.

Quindi, anche se tendiamo a umanizzare alcuni tratti sorprendenti degli animali, non possiamo prenderli alla lettera. Tuttavia, rispetto al resto del genere Canis, questa specie "canta" in una certa misura.

Analizzando il loro “canto” attraverso ecografie, sembra che questo metodo di comunicazione tra cani che cantano assomigli a quello delle megattere.

Per riassumere, alcuni gli animali ritenuti estinti possono ancora esistere. È il caso del cane cantore della Nuova Guinea, considerato estinto dalla metà del XX secolo.

Fortunatamente, oggi possiamo ancora trovare popolazioni geneticamente stabili in natura per quanto riguarda questa specie. Ora sta a noi agire per evitare che scompaia.

Lost Dog ha camminato per 50 miglia per tornare a casa

Scopri tutto su come un cane smarrito ha percorso più di 80 chilometri per raggiungere la sua vecchia casa. Come fanno a tornare a casa i cani smarriti? Leggi di più "