Kenyan Sand Boas: cura, habitat e allevamento in cattività

0
1051
bigstock Eryx Colubrinus
bigstock Eryx Colubrinus

Nel corso degli anni i boa di sabbia sono diventati serpenti per animali domestici incredibilmente popolari e non è difficile capire perché.

Sono bellissimi serpenti da guardare con tutta la loro colorazione gialla e marrone, e un certo numero di morph di colore sono disponibili ora, estendendo davvero la gamma possibile. In genere sono abbastanza facili da curare in cattività e diventano abbastanza docili da gestire.

Tuttavia, probabilmente il più importante di tutti è che questi serpenti sono piccoli. Ciò significa che richiedono solo gabbie modeste, che non solo sono più facili da inserire in un piccolo spazio in casa, ma costano anche molto meno del vivarium medio.

Tutto sommato, i boa di sabbia del Kenya rappresentano un fantastico serpente domestico, anche per i principianti.

Se stai pensando di acquistare il tuo primo esemplare, continua a leggere per il mio dettagliato foglio di cura del boa di sabbia keniota …

Habitat naturale di boa di sabbia keniota

Kenyan Sand Boas: cura, habitat e allevamento in cattività 1

Nonostante il loro nome comune, i boa di sabbia keniota non lo sono solo trovato in Kenya. Infatti, sono abbastanza ampiamente distribuiti in tutta l’Africa orientale, che vanno attraverso l’Egitto, la Tanzania e, ovviamente, il Kenya.

Tuttavia, tendono a favorire un habitat semi-arido, dove la terra è abbastanza secca da scavare.

Come suggerisce il loro nome comune, sand boas – nome latino Gongylophis colubrinus – l’amore per scavare nella terra. In effetti, dai un’occhiata a un boa di sabbia da vicino e vedrai che ha una serie di adattamenti affascinanti per questo stile di vita.

Hanno un corpo corto, tozzo e muscoloso per spingere attraverso la terra. Hanno colli spessi che a volte possono rendere difficile distinguere la testa dalla coda. E infine hanno teste leggermente appiattite, con gli occhi più in alto nel loro cranio rispetto alla maggior parte dei serpenti, permettendo loro di vedere più facilmente verso l’alto dalla terra.

In cattività questi diversi tratti dello stile di vita influiscono sul modo in cui vengono curati. Un serpente piccolo richiede solo una gabbia relativamente piccola, ma hanno anche bisogno di un sacco di substrato per scavare se vogliono sentirsi al sicuro. Vediamo ora più da vicino i loro requisiti di allevamento in cattività …

Gabbie e vivari di boa di sabbia

Un boa di sabbia “grande” può, nella migliore delle ipotesi, raggiungere circa 60-75 cm di lunghezza, anche se in realtà la stragrande maggioranza è un po ‘più piccola.

Alla maturità, i maschi sono notevolmente più piccoli, in quanto tendono a crescere a circa 45 cm.

Questo può renderlo semplicissimo per i boa di sabbia per adulti del sesso.

Altrettanto importante, significa che non richiedono i massicci vivarium di cui un bullsnake o un boa arcobaleno potrebbero beneficiare.

La maggior parte degli esperti suggerisce che un singolo boa di sabbia keniota possa essere ospitato in modo sicuro in una gabbia da 10 galloni, anche se personalmente mi piace dare un po ‘più spazio se possibile perché questi possono essere serpenti abbastanza attivi.

Ci sono un certo numero di gabbie e vivari a prezzi ragionevoli che sono adatti per i boa di sabbia. Alcune delle migliori opzioni includono:

Exo Terras

Uso ampiamente i terrari in vetro Exo Terra per la mia collezione di animali esotici. Provengono abbastanza facilmente da molti negozi di animali o online da luoghi come Amazon.

Mi piacciono le porte ad apertura frontale che rendono la manutenzione ordinaria un gioco da ragazzi. Hanno un bell’aspetto. Sono facili da riscaldare con un riscaldatore in ceramica o un tappetino riscaldante (coperto in seguito) e il coperchio in rete facilita il mantenimento delle condizioni aride favorite dai boa di sabbia e puoi acquistare una cappa separata se scegli di aggiungere un’illuminazione artificiale alla tua gabbia di boa di sabbia.

Se ci sono due punti deboli nell’utilizzo di Exo Terras per i boa di sabbia, è che non sono l’opzione più economica sul mercato – importante se hai un budget limitato – e limitano la quantità di substrato che puoi fornire.

Il “labbro” di vetro sotto le porte ad apertura frontale è di circa 3 “di altezza, quindi non sarai in grado di offrire più substrato di quello. Se vuoi un substrato più profondo, potresti considerare l’alternativa …

Serbatoio di pesce di vetro con coperchio adatto

Un acquario di vetro (meno l’acqua, ovviamente!) Può fare una casa fantastica per il tuo boa di sabbia keniota. Sono economici e facilmente acquistabili. Puoi fornire un substrato profondo per consentire il cunicolo anche di serpenti adulti.

Ci sono davvero solo due aspetti negativi. In primo luogo, devi essere sicuro che il tuo serbatoio sia a prova di fuga – è abbastanza facile da realizzare con uno speciale coperchio a rete.

Questi sono disponibili presso Amazon e molti altri negozi di animali domestici in una vasta gamma di taglie. Assicurati di acquistare alcune clip se non vengono incluse, quindi puoi essere sicuro di fissare correttamente il coperchio nella parte superiore del serbatoio.

Il secondo aspetto negativo è che dovrai accedere alla gabbia dall’alto. Per alcune persone che non sarà un problema; è più per le persone come me che mantengono una grande raccolta di esotici in scaffali.

Tutto sommato, tuttavia, queste sono un’opzione decente e vale la pena considerare.

Riscaldamento e temperatura

Venendo dall’Africa orientale non dovrebbe sorprendere il fatto che i boa di sabbia keniota apprezzino un ambiente piacevole e caldo. In effetti, la temperatura suggerita per i boa di sabbia è un po ‘più alta di quella raccomandata per molti altri serpenti domestici comuni.

I boa di sabbia keniota apprezzano un hotspot di circa 90-95 ‘F (32 – 35’ C). Si noti che questo calore dovrebbe essere applicato a una sola area del serbatoio – la “zona basking”. Questo dovrebbe essere posizionato ad un’estremità del serbatoio.

L’altra estremità dovrebbe essere lasciata più fredda: una temperatura di circa 25 ° C funziona bene. In questo modo il tuo boa di sabbia può spostarsi dalle aree più calde a quelle più fredde per regolare naturalmente la temperatura corporea esattamente come farebbero in natura.

Fornire un ambiente così caldo non deve essere troppo difficile, grazie alla vasta gamma di riscaldatori di alta qualità attualmente disponibili sul mercato. Ignora le stuoie di calore; non forniranno solo il livello di calore necessario, a meno che non sia solo una fonte di calore di fondo in periodi particolarmente freddi. Invece optare per una lampadina in ceramica di buona qualità.

La lampadina deve essere posizionata in un riflettore / supporto di ceramica in ceramica e appoggiata sopra il coperchio a rete del vivarium. In questo modo il tuo serpente non sarà in grado di entrare in contatto diretto con esso – il che potrebbe rischiare gravi ustioni – ma il calore verrà invece proiettato verso il basso in un’estremità del serbatoio.

Si noti che le lampadine in ceramica possono ottenere molto caldo e l’ultima cosa che vorrai fare è cucinare accidentalmente il tuo serpente. Di conseguenza tu dovere assicurarsi di utilizzare anche un termostato affidabile. Il termostato selezionato dovrebbe essere scelto con cura per garantire che (a) funzioni con elementi riscaldanti in ceramica e (b) sia in grado di controllare la potenza della lampadina che hai scelto.

Scopri come scegliere il termostato giusto qui o su come scegliere e installare un riscaldatore per rettili in ceramica qui.

Infine, in questa sezione, ti consiglierei di acquistare un termometro digitale in modo da poter monitorare le condizioni nella gabbia del serpente. Di recente ho iniziato a utilizzare un termometro a infrarossi “pistola” che mi consente di controllare rapidamente le estremità calda e fredda in pochi secondi e senza stravolgere i miei rettili.

Kenyan Sand Boas: cura, habitat e allevamento in cattività 3

Acqua e umidità

I boa di sabbia possono provenire da regioni semi-aride, ma devono comunque essere forniti di acqua fresca in ogni momento. Dato che questi rettili trascorreranno gran parte del loro tempo a scavare, prova a scegliere una ciotola ragionevolmente robusta che non sarà costantemente capovolta.

Mi piace davvero scavare un buco nel substrato e posizionare la ciotola dell’acqua in questo per renderlo più robusto. Assicurati di mantenere fresca l’acqua cambiandola regolarmente e non dimenticare di strofinare regolarmente la ciotola.

Non è necessario fornire umidità aggiuntiva per i boa di sabbia; apprezzano un ambiente ragionevolmente asciutto. In effetti, se noti che il substrato si sta umidificando, ad esempio per versare acqua, potresti prendere in considerazione l’idea di cambiarlo.

Il miglior substrato per i boa di sabbia del Kenya

La maggior parte dei detentori di rettili presumono che la sabbia sarà ovviamente il miglior substrato per un boa di sabbia keniota.

C’è un po ‘di verità in questo, sebbene sia sempre consigliabile scegliere sabbia speciale per rettili, acquistata da un produttore rispettabile, piuttosto che semplicemente accontentarsi di “sabbia del costruttore”. Questo non solo garantisce che sia privo di sostanze chimiche, ma se ne viene mangiato uno dal serpente, dovrebbe passare attraverso il tratto digestivo senza problemi.

La sabbia può essere un buon substrato, ma non è l’unica scelta disponibile. La lettiera Aspen può funzionare bene, così come i granuli di pannocchia di mais o persino il substrato di cocco secco. Ad alcuni custodi piace persino fornire un assortimento di substrati nella gabbia, permettendo al loro serpente di esplorare ambienti diversi.

La chiave è davvero offrire una profondità generosa del substrato. Suggerirei diversi pollici in almeno un angolo del serbatoio – in modo che il tuo animale domestico possa nascondersi completamente alla vista e comportarsi come potrebbe nel suo habitat selvaggio.

Vivarium Decor

Dato che i boa di sabbia kenioti sono tali scavatori attivi, in genere non ha senso fornire loro troppa decorazione del serbatoio. Il rischio è che finiscano per essere schiacciati da una roccia o da un grosso pezzo di legno nelle loro continue avventure sotterranee.

Se scegli di includere oggetti decorativi, assicurati di ripararli correttamente per evitare incidenti. Il sigillante al silicio destinato agli allevatori di pesci può essere uno strumento utile per questo.

Mentre è probabile che il tuo boa di sabbia trascorra gran parte della sua vita parzialmente sepolto nel substrato, credo ancora che abbia senso includere almeno una vera pelle fuori terra. Questi possono essere semplici o complessi come desideri; la chiave è che il tuo boa di sabbia dovrebbe essere in grado di nascondersi completamente all’interno.

A volte qualcosa di semplice come una vecchia scatola di cereali appoggiata su un fianco può funzionare bene; sono economici, sono pratici, si eliminano facilmente quando diventano disordinati e sono molto leggeri se il tuo boa si nasconde sotto di esso.

Boa di sabbia d’alimentazione

I boa di sabbia keniota mangiano una vasta gamma di prede diverse in cattività, sebbene l’opzione più semplice sia dar loro da mangiare i roditori scongelati. A causa delle loro modeste dimensioni per adulti, ciò significa in genere topi di varie dimensioni; dai mignoli per i cuccioli a causa di piccoli topi adulti per boa di sabbia femminile adulta.

Il modo migliore per decidere la dimensione più adatta della preda del roditore è considerare la circonferenza del tuo serpente nella sua regione più grassa. Prova a selezionare un roditore di una circonferenza simile e dovresti stare bene. Con il passare del tempo vorrai aumentare lentamente la dimensione degli oggetti da preda dati.

Non consiglio di dare da mangiare ai roditori vivi qualsiasi serpente. Questo non solo rischia di danneggiare il tuo serpente (attraverso morsi e graffi) e non è anche l’esperienza più piacevole per il mouse. Compra invece roditori surgelati pre-uccisi alla rinfusa e tienili nel congelatore a casa. Basta scongelare un roditore una volta a settimana circa per mantenere il boa di sabbia in ottime condizioni.

Gestione dei boa di sabbia

I boa di sabbia keniota sono generalmente abbastanza temperati e possono essere facilmente gestiti. Anche un animale volatile dovrebbe iniziare a calmarsi con una manipolazione regolare e delicata.

Il primo passo è cercare di evitare di sorprendere il tuo serpente. Invece, fai sapere al serpente che sei presente. Se necessario, recuperalo delicatamente dalla pelle o sotto il supporto con un gancio a forma di serpente. Puoi quindi raccogliere delicatamente il tuo serpente, cercando di sostenere il corpo del serpente per tutta la sua lunghezza.

Non esagerare all’inizio mentre il tuo serpente si abitua a questa nuova sensazione. Con un po ‘di pazienza dovresti essere in grado di recuperare facilmente il tuo serpente dalla sua gabbia e goderti un po’ di tempo insieme regolarmente.

Come con altri rettili per animali domestici, cerca di tenere l’animale su una superficie bassa e morbida come un divano o un materasso. In questo modo, se sei abbastanza sfortunato da far cadere il tuo animale domestico, allora dovrebbe sopravvivere alla caduta senza problemi. Far cadere un serpente sul cemento da una buona altezza è improbabile che finisca altrettanto bene.