La fauna del Parco nazionale di Guadarrama

0
371
La fauna del Parco nazionale di Guadarrama
La fauna del Parco nazionale di Guadarrama

Il Parco Nazionale di Guadarrama, dichiarato tale nel 2012, è uno dei più giovani della Spagna. Con i suoi singolari ecosistemi montuosi, questo luogo iconico ospita un'ampia varietà di specie uniche.

Avevi mai sentito parlare di questo posto fantastico prima di oggi? Sai quali specie puoi trovare lì? Se vuoi saperne di più sul Parco Nazionale di Guadarrama, sei nel posto giusto.

La catena montuosa del Guadarrama è una formazione montuosa che appartiene al sistema centrale, proprio nel cuore della Spagna. Appena 30 miglia a ovest di Madrid, la catena montuosa divide la capitale della Spagna dalla provincia di Castiglia e León.

In precedenza, questa era un'area protetta. Tuttavia, è stato solo nel 2012 che è diventato un Parco Nazionale. La sua più grande attrazione sono le sue imponenti montagne, compreso il picco di Peñalara, che è alto 4265 piedi. Dato che è così vicino a Madrid, è un luogo popolare per l'escursionismo e l'osservazione della natura.

Quando si tratta di fauna, queste montagne ospitano un sistema di laghi di alta montagna unico in tutta Europa. L'altitudine, l'isolamento e l'alto grado di conservazione di queste montagne ne fanno il luogo ideale per molti animali. Quindi, questo parco nazionale ospita numerose specie endemiche ea rischio di estinzione. In effetti, questa zona occupa un posto privilegiato tra gli Spazi Naturali Protetti della Spagna.

Laghi: un sistema di acqua dolce unico

I laghi glaciali di Peñalara sono molto più di un'importante attrazione turistica. Hanno una biodiversità che merita una protezione speciale. Questi laghi hanno avuto origine da antichi ghiacciai che da allora sono scomparsi. E, di conseguenza, possiedono alcune caratteristiche molto speciali grazie alla loro altitudine e formazione.

In questo parco nazionale troviamo una grande biodiversità animale. Secondo il parco stesso, le specie rappresentate Il 45% della fauna totale della Spagna e il 18% di tutta l'Europa. Tra le sue ricchezze faunistiche troviamo 255 taxon conosciuti, tra cui 57 mammiferi e 36 diversi rettili e anfibi. Di seguito, ti diremo di più su alcune delle specie singolari che popolano il parco.

Insetti

Queste montagne ospitano numerosi insetti alpini per i quali i laghi alpini sono il luogo ideale per riprodursi. Alcuni esempi sono la farfalla Apollo (Parnassius apollo) e il Polyommatus nivescens, che vivono solo nelle regioni montuose.

La specie più iconica, tuttavia, è la falena lunare spagnola (Graellsia isabellae), endemica della Spagna. Questa bellissima farfalla verde è stata scoperta per la prima volta nel XIX secolo e il suo nome scientifico onora la regina Elisabetta II. Questa è una delle farfalle più grandi e più belle d'Europa e una delle sue più grandi popolazioni si trova nel Parco Nazionale di Guadarrama. Tuttavia, purtroppo, la specie è a rischio di estinzione.

Una farfalla Apollo su un fiore.

Rettili e anfibi

C'è un gran numero di anfibi che vivono in regioni umide. Alcuni di loro sono seriamente in pericolo, tra cui la rana iberica (Rana iberica) o la rana dipinta iberica (Discoglossus galganoi).

Le montagne di Guadarrama ospitano il rospo ostetrico comune (Alytes obstetricans). Infatti, gli scienziati effettuano programmi periodici di reintroduzione nel tentativo di combattere il Chytridiomycota. Questo fungo attacca gli anfibi di tutto il mondo.

I ripidi pendii delle montagne che costeggiano il parco ospitano una moltitudine di uccelli. E lo stesso vale per le sue fitte pinete. Ancora una volta, alcune di queste specie di uccelli sono in pericolo.

Tra gli uccelli più piccoli possiamo citare il pettazzurro (Luscinia svecica). Questo uccello è un insettivoro e una delle sue più grandi popolazioni è nel parco. Altre specie di uccelli che popolano questo ecosistema sono il dunnock (Prunella modularis) e il tordo comune (Monticola saxatilis).

Un esempio di un dunnock.

L'aquila imperiale spagnola

Senza dubbio, la specie più iconica del Parco Nazionale di Guadarrama è l'aquila imperiale spagnola (Aquila adalberti). Questo uccello, endemico della penisola, trova rifugio nelle falesie e nelle rocce più alte di questa catena montuosa.

Intorno alla metà del XX secolo, ne sono rimaste appena 30 coppie in tutta la penisola iberica. Tuttavia, grazie a incredibili sforzi di conservazione, ci sono circa 49 coppie che vivono nella sola comunità di Madrid. E la maggior parte di loro vive nel parco.

Le linee elettriche e l'uso di veleni sono uno dei tanti motivi per cui questo uccello è in pericolo di estinzione. Sebbene la sua popolazione sia cresciuta, c'è ancora una grande disparità tra i sessi. Infatti, più del 70% sono maschi. Nel tempo, questo può presentare problemi quando si tratta di riproduzione.

Il Cinereous avvoltoio

Un altro gioiello che corona questo parco dal punto di vista faunistico è l'avvoltoio Cinereous (Aegypius monachus). La quarta più grande popolazione di questo maestoso uccello spazzino si trova nel Parco Nazionale di Guadarrama. Questo enorme animale, che può avere un'apertura alare fino a quasi 9 piedi, di solito vive tra i dirupi.

Quando si parla delle specie di mammiferi presenti nel parco, potremmo scrivere un intero capitolo. Gli esperti hanno registrato 61 specie di mammiferi, 6 delle quali endemiche della penisola iberica. Ad esempio, possiamo citare il desman dei Pirenei (Galemys pyrenaicus).

In generale i mammiferi più importanti del parco sono i pipistrelli, in quanto ne esistono 23 specie, molte delle quali protette. Ci sono molte altre specie nella regione, tra cui il lupo iberico, che vive in tutto il parco. Si possono citare anche lo stambecco e il capriolo, relativamente facili da osservare.

Un luogo privilegiato per gli amanti della natura

Come puoi vedere, questo spazio naturale ospita una moltitudine di animali affascinanti. Nonostante la sua vicinanza alla città di Madrid, questo parco nazionale continua ad essere relativamente selvaggio. Perciò, è il luogo perfetto per chi ama la natura, l'escursionismo e l'osservazione della fauna.