L'Aquila Arpia Gigante del Sud America

0
826
LAquila Arpia Gigante del Sud America
LAquila Arpia Gigante del Sud America

L'aquila arpia o l'aquila arpia americana (Harpia harpyja) è il più grande e potente rapace che vive nelle foreste amazzoniche. Ci sono circa 60 specie conosciute di aquile nel mondo, di cui solo due vivono negli Stati Uniti e in Canada. Altri nove vivono tra il Centro e il Sud America. Le specie che compongono il resto del gruppo sono originarie dell'Africa e dell'Eurasia.

È interessante sapere che il suo nome deriva dalle arpie della mitologia greca. Le arpie erano originariamente descritte come belle donne alate, figlie di Elettra e Taumante. In generale, questi uccelli possono vivere dai 25 ai 35 anni.

Classificazione tassonomica di Harpyja

È comune trovare un'immagine confusa quando si tratta della tassonomia di questi uccelli. Tuttavia, l'avvento delle tecniche molecolari ha facilitato il compito della classificazione. Al momento, ci sono tre generi riconosciuti – Harpia, Morphnus e Harpyopsis – che formano lo stesso clade.

È importante notare che ciascuno di questi generi ha una sola specie. Inoltre, le specie Harpia harpyja e Morphnus guianensis condividono la stessa distribuzione geografica e alcuni tratti fisici. Per questo è facile confonderli negli avvistamenti.

Le dimensioni e il piumaggio sono le caratteristiche più importanti dell'aquila arpia

Per quanto riguarda le dimensioni del corpo, può variare da 35 a 40 pollici, mentre l'apertura alare può raggiungere i 6 piedi e mezzo nella femmina adulta. In generale, i maschi sono più piccoli, con un peso compreso tra 11 e 16,5 libbre, mentre le femmine pesano da 15,5 a 20 libbre, circa.

È caratteristico della specie per il piumaggio del mantello, gli scapolari, la parte esterna delle ali e la groppa essere di colore nero ardesia o grigio scuro negli adulti. La coda è costituita da lunghe piume grigie con strisce orizzontali nere. Inoltre, petto, pancia e fianchi sono bianchi o grigio chiaro con strisce orizzontali nere.

La testa e le cosce sono di colore grigio chiaro e il collo ha una fascia scura. In questo uccello spicca una cresta biforcuta o una corona di lunghe piume nere, che si estende quando si sente minacciato. Alcuni esperti suggeriscono che la corona possa servire a focalizzare il suo suono, simile al disco facciale di un gufo.

L'aquila arpia ha un becco nero o grigio scuro, le zampe sono di colore giallo chiaro con potenti artigli neri che possono misurare da 3 a 5 pollici di lunghezza.

Caratteristiche che rendono facile confondere Harpia harpyja con il suo parente l'aquila crestata

Prima di tutto, è necessario sottolineare che, durante lo sviluppo dell'uccello, il piumaggio subisce almeno quattro cambi di colore prima dell'età adulta. In effetti, non raggiungono il piumaggio completo degli adulti fino a quando non hanno 4-5 anni.

Così, i più piccoli passano dall'essere pulcini interamente bianchi ad avere un dorso grigio crema e ali con macchie nere. Nella fase giovanile, hanno una coda con 7-8 strisce nere e una cresta molto più rigogliosa rispetto all'uccello maturo.

D'altra parte, l'aquila crestata giovanile (Morphnus guianensis) è per lo più bianca con ali più scure. Inoltre, si differenzia dalla Harpia harpyja per le sue dimensioni leggermente più piccole e per la forma più sottile. Perciò, può essere facile confondere un giovane Harpia harpyja con un Morphnus guianensis.

Un modo per distinguerli è che in Harpia harpyja, puoi vedere la cresta più lunga. Questa cresta è nettamente divisa in due punti, con una biforcazione nel mezzo. Inoltre, è utile anche osservarli in volo; solo la Harpia harpyja mostra le sue strisce bianche e nere sulle ali.

La distribuzione geografica dell'aquila arpia

Questi uccelli abitano foreste tropicali e subtropicali, pianure e colline. Visto il costante intervento di queste aree del Centro e Sud America, la specie si è adattata in una certa misura alla frammentazione del suo habitat.

Pertanto, l'aquila arpia può sopravvivere in macchie isolate di foreste primarie, foreste disboscate selettivamente e foreste di seconda crescita se offrono alcuni alberi di grandi dimensioni. Inoltre, la sua portata abituale è fino a 2625 piedi sul livello del mare, ma è stata avvistata fino a 6560 piedi.

Questa specie vive dal Messico meridionale e dall'America centrale, a sud in Colombia e Venezuela e ad est in Bolivia, Brasile, nord-est dell'Argentina e Paraguay. Le aquile arpie occupavano in precedenza la Colombia occidentale e l'Ecuador, ma sono state cacciate da quelle regioni.

Harpia harpyja è un potente predatore

Questo rapace ha una dieta variata. Vari studi indicano che il suo cibo preferito sono i mammiferi arboricoli come i bradipi. Caccia anche scimmie, aguti, armadilli e cervi. Inoltre, può nutrirsi di altri uccelli, come are e altri pappagalli. E infine, possono anche mangiare rettili, comprese grandi lucertole e serpenti.

Ci sono rapporti che questo predatore può cacciare prede che superano il proprio peso. Come la maggior parte dei cacciatori, aiuta a tenere sotto controllo le popolazioni di prede. Perciò, le arpie hanno un ruolo importante nel controllo dei mesopredatori come le scimmie cappuccine.

Tratti comportamentali

L'aquila arpia è un predatore diurno fortemente territoriale, che richiede aree di almeno 18 miglia quadrate per una caccia adeguata. Inoltre, questi uccelli formano coppie monogame che si accoppiano per la vita. È comune osservare coppie con una terza aquila giovanile: i loro piccoli.

È importante notare che questi uccelli usano vocalizzazioni per comunicare tra loro e nei rituali di accoppiamento. Spesso producono vocalizzazioni stando seduti sui trespoli, che gli esperti ritengono essere un comportamento territoriale. Questo uccello è incredibilmente abile in volo e può manovrare attraverso il suo fitto habitat forestale.

Stato di conservazione dell'aquila arpia

L'aquila arpia appare nella Lista Rossa IUCN come quasi minacciata e la popolazione sta diminuendo. In generale, la specie è stata estirpata in aree con molta attività umana.

Ciò è dovuto principalmente alla distruzione del suo habitat da parte del disboscamento e dell'agricoltura. Inoltre, c'è la costruzione di opere come dighe e rimboschimento con specie esotiche per l'industria del legno. Anche il commercio tra collezionisti e falconeria rappresenta una minaccia.

Inoltre, ci sono state segnalazioni secondo cui l'aquila arpia è inseguita da agricoltori, che percepiscono le aquile come predatrici del bestiame. Sono stati stabiliti programmi per educare agricoltori e cacciatori ad aumentare la consapevolezza e la comprensione delle aquile arpie.

Gufo reale euroasiatico: caratteristiche, comportamento e habitat

Incontra il gufo reale euroasiatico, il più grande rapace notturno del pianeta. Vivono in molti paesaggi diversi, dai deserti alle montagne. Leggi di più "