Le caratteristiche e il significato della matifagia

0
119
Le caratteristiche e il significato della matifagia
Le caratteristiche e il significato della matifagia

Alcuni genitori darebbero la vita per i loro figli. In effetti, questi tipi di comportamenti paterni altruistici sono presenti sia nel regno animale che nella maggior parte delle società umane. Comunque, ci sono strategie genitoriali estreme che vanno ben oltre la protezione della prole e questo è il caso della matrifagia.

Sai cosa significa questo termine? Sai qual è il suo scopo? Continua a leggere per scoprire la risposta a queste e altre domande.

La cura dei genitori è definita come qualsiasi tratto genitoriale che aumenta le possibilità di sopravvivenza della prole e la loro vitalità riproduttiva. Questo meccanismo è presente sia nei tratti comportamentali che non comportamentali.

Inoltre, la cura dei genitori non è un processo gratuito, perché in tutti i casi i genitori devono condividere risorse ed energie preziose sin dall'inizio. Ogni morso che danno alla loro prole è uno che non hanno per se stessi. Pertanto, si manifesta in animali come:

  • Invertebrati – e quando accade è principalmente presente nelle femmine
  • I pesci maschi si prendono cura della loro prole
  • Gli uccelli usano un tipo di assistenza biparentale in cui entrambi i sessi lavorano per allevare la loro prole
  • I mammiferi femmine sono solitamente responsabili della prole

La prole è un investimento per i genitori in quanto devono limitare le proprie possibilità di sopravvivenza e riproduzione futura al fine di fornire il miglior futuro possibile ai propri figli.

La matriphagy è il tipo più estremo di cure parentali. In effetti, questo tipo di animale mangia la propria madre. Questo comportamento si verifica principalmente negli invertebrati e nelle cecilie, un gruppo di anfibi.

Questo processo non è completo in quest'ultimo perché la madre non muore come cibo per i suoi piccoli. Le cecilie femmine consentono alla loro prole di nutrirsi del loro tessuto ovidotto, che causa danni ma non pone fine alle loro vite.

Questo ragno di piccole dimensioni è distribuito in tutta Europa e Nord America. Al di là della loro immagine, comune a molti aracnidi, la caratteristica principale delle femmine di questa specie è il loro estremo altruismo nei confronti della loro prole.

In questo caso, una femmina conserva l'ooteca (sacco delle uova) fino a quando i giovani non ne emergono. Per prima cosa depone il secondo lotto di uova per nutrirle, quindi le incoraggia a nutrirsi del proprio corpo. I piccoli iniettano il loro veleno nel corpo della madre e così muore rapidamente.

I vantaggi di questa strategia per i piccoli sono più che chiari. Alcuni di loro sono:

  • Il corpo della madre è una fonte di nutrimento, che si traduce in un migliore sviluppo della prole
  • La matifagia accelera il processo di muta (gli invertebrati cambiano i loro esoscheletri dopo intervalli di tempo periodici e questa strategia parentale li accorcia)
  • I giovani che si nutrono delle loro madri hanno un tasso di sopravvivenza molto più alto di quelli delle specie che non lo fanno
  • La matriphagy promuove la socievolezza tra i membri della prole poiché impedisce processi come il cannibalismo tra i fratelli

Uno studio scientifico

È chiaro che la prole beneficia di questo comportamento in diversi modi. Cosa ci guadagna la madre, però? Uno studio scientifico ha cercato di rispondere a questa domanda separando la prole dalla madre prima che la divorassero in condizioni di laboratorio. I risultati sono stati:

  • L'80% delle femmine separate dalla prole ha deposto un secondo sacco di uova. Inoltre, solo il 40% della prole è sopravvissuto, rispetto al 90% del primo lotto
  • Il numero di uova deposte nel secondo lotto era significativamente inferiore rispetto al primo

Come puoi vedere, questi risultati indicano che la femmina non è più vitale dopo aver dato origine alla prima generazione di prole. Perché preoccuparsi di farlo se le possibilità di sopravvivenza del secondo lotto di uova sono così basse?

Alla fine, la genetica ha una risposta per tutte le strategie evolutive. La maggior parte degli animali non si percepisce come entità autonome (o, almeno, non gli è stato mostrato), quindi la loro preoccupazione principale è che i loro geni vivano per sempre.

Ora sai perché alcuni genitori daranno la vita per proteggere la loro prole, alcuni addirittura lasciano che li mangino vivi in ​​modo che possano prosperare. La matripagia è un concetto scioccante per un essere umano ma ovviamente ha un chiaro scopo evolutivo.

“Mia madre non mi ha mai allattato; mi ha detto che le piacevo solo come amica. "

-Rodney Dangerfield-

Anergates Atratulus Le formiche e il loro incredibile comportamento

La natura custodisce comportamenti interessanti come quello delle formiche Anergates atratulus, che hanno bisogno di un'altra specie di formiche per sopravvivere. Eccone di più. Leggi di più "