Lost Dog ha camminato per 50 miglia per tornare a casa

0
197
Lost Dog ha camminato per miglia per tornare a
Lost Dog ha camminato per miglia per tornare a

Lo scorso maggio, sui giornali americani è emersa una notizia sorprendente: un cane smarrito ha camminato per 80 chilometri fino alla sua ex casa in cerca dei suoi proprietari. Per quanto sorprendente e affascinante possa essere questa storia, l'evento evidenzia la poca conoscenza che abbiamo ancora del senso dell'orientamento e della memoria dei cani.

Come poteva viaggiare così lontano per tornare a casa? Quali meccanismi fisiologici usano i cani per ritrovare la strada del ritorno? Se vuoi conoscere le risposte a queste domande, continua a leggere.

Il 12 luglio, una femmina di Labrador di quattro anni è stata segnalata persa nella città di Olathe, nel Kansas. Con sorpresa dei media, questo coraggioso cane è stato trovato nella sua vecchia casa a Lawson, Missouri, a quasi 60 miglia da dove è stata segnalata la sua scomparsa.

Il quotidiano Daily Star riferisce che gli attuali proprietari della casa (che sono lì da due anni) hanno localizzato il cane indugiato in giro per casa e, dopo un po 'di sfiducia, sono riusciti a guadagnare la fiducia del cane ea portarlo al veterinario. Il cane, chiamato Cleo, è stato restituito ai suoi proprietari, che erano a più di 50 miglia di distanza.

Questa notizia è particolarmente sorprendente non solo per il viaggio inimmaginabile che questo cane ha fatto per raggiungere la sua vecchia casa. Anche Cleo ha dovuto attraversare strade piene di traffico e persino ponti trafficati e un fiume.

Questo non è il primo caso in cui un cane smarrito è tornato a casa a piedi da una lunga distanza. Ad esempio, nel 2014, un gatto di nome Holly ha viaggiato per 200 miglia (più di 320 chilometri) per tornare a casa. Si era persa circa due mesi prima mentre era in vacanza con i proprietari. Questo è anche il caso di Hank, un cane che ha camminato per 11 miglia per tornare dal suo protettore animale una volta trasferito in una casa adottiva.

Come i cani e altri animali domestici riescano ad orientarsi a distanze così lunghe è, anche se in parte, un mistero. Come in molti altri casi, questa straordinaria capacità sembra risiedere nell'efficacia dell'olfatto canino. I cani hanno tra i 220 milioni ei due miliardi di recettori olfattivi nel naso, il che si traduce in una straordinaria capacità di riconoscere e seguire tracce ed essenze.

Oltre a seguire direttamente le essenze, sono anche in grado di collegare serie cicliche di profumi per raggiungere un punto specifico. In altre parole, se non trovano direttamente l'odore della loro casa, possono riconoscere l'odore di un poster o di un cassonetto situato a una certa distanza da casa. In questo modo possono avvicinarsi gradualmente al loro obiettivo.

Non si tratta solo di annusare

Secondo la rivista Science, i cani possono anche utilizzare il campo elettromagnetico della Terra per orientarsi nello spazio tridimensionale. Ciò consente loro di creare scorciatoie in luoghi sconosciuti, che li avvicinano più rapidamente ed efficacemente alla loro destinazione.

Queste supposizioni si basano su studi scientifici come quello sopra menzionato. Nell'ambito di tali studi, i dispositivi GPS vengono posizionati sui cani per scoprire come ritornano dai loro custodi seguendo una traccia distintiva su lunghe distanze. I risultati lo dimostrano potrebbero utilizzare la disposizione del campo elettromagnetico terrestre per pianificare i loro percorsi. Tuttavia, questo richiede ulteriori studi.

Per ogni caso come quello di Cleo, Holly o Hank, ci sono migliaia di casi senza successo di animali domestici smarriti che non tornano mai a casa. Questo è in parte perché i profumi non durano per sempre. A seconda di vari fattori come l'umidità o il vento, queste particelle si dissipano nel tempo, impedendo ai cani di tornare a casa.

Pertanto, è necessario che tutti i proprietari di animali domestici prestino particolare attenzione quando espongono gli animali all'ambiente esterno. Per quanto stimolare la curiosità faccia bene ai cani, monitorare attentamente i loro movimenti è sempre essenziale per evitare eventi spiacevoli.

Passeggiate quotidiane: 5 motivi per mantenere questa routine

La maggior parte dei cani ha bisogno di passeggiate quotidiane, anche se i cani molto attivi potrebbero richiedere anche di più. La lunghezza e il ritmo delle passeggiate dipenderanno da ciascun animale. Leggi di più "