Piani per il recupero del Vaquita Fail

0
22
Piani per il recupero del Vaquita Fail
Piani per il recupero del Vaquita Fail

La vaquita è un cetaceo simile al delfino e vive nel Golfo di California (México). Da tempo gli esperti avvertono che la popolazione di questo animale stava diminuendo e 40 anni fa sono iniziati i piani per il recupero della vaquita. Purtroppo, non hanno prodotto i risultati desiderati e la vaquita è ora in grave pericolo di estinzione.

Caratteristiche della vaquita

La vaquita è un mammifero marino, un cetaceo dentato che vive solo nel Golfo di California, in Messico. Più specificamente, vive in acque più basse e raramente si allontana dalla costa.

Questi mammiferi sono i cetacei più piccoli del mondo. I campioni di solito misurano circa 60 pollici di lunghezza e pesano non più di 110 libbre. Gli animali più grandi che popolano il nostro pianeta sono i cetacei come la balenottera azzurra. Dato questo fatto, possiamo apprezzare quanto siano sorprendentemente piccole le vaquitas.

Per quanto riguarda il loro aspetto, dobbiamo sottolineare che la parte superiore del loro corpo è di colore grigio scuro. Questa tonalità sfuma nel bianco quando raggiunge la pancia dell'animale. Cosa c'è di più, possiedono pinne proporzionalmente più grandi rispetto agli altri cetacei. Anche la forma delle loro labbra è peculiare.

Per quanto riguarda il comportamento della vaquita, è molto difficile individuarli in natura. Riemergono solo un attimo per respirare e poi tornano sott'acqua. E, per quanto riguarda le loro abitudini alimentari, questi animali sono predatori, si nutrono di pesci e gamberetti. Localizzano la loro preda grazie al loro sistema di ecolocalizzazione.

La storia del recupero della vaquita

Quarant'anni fa, gli esperti hanno avvertito per la prima volta di come questa specie fosse a rischio. A quest'ora, iniziarono i primi piani per il recupero della vaquita. Tuttavia, durante gli anni '90, la specie è stata dichiarata in pericolo di estinzione. A quel punto, il mondo intero si è riunito per prevenire questa tragedia.

Poiché questi animali sono timidi e trascorrono quasi tutto il loro tempo sott'acqua, studiare vaquitas è un compito complicato. La dimensione della loro popolazione è sempre stata basata su stime. Nel 1997, gli esperti ritenevano che esistessero circa 560 vaquitas, mentre nel 2000 stimavano che fossero rimaste solo dalle 100 alle 300 vaquitas.

Allo stesso tempo, il Golfo di California è stato dichiarato riserva della biosfera e in seguito denominato area di rifugio per la vaquita. Dal 2013, gli ambientalisti hanno implementato una serie di azioni diverse per salvare questa specie. Questi inclusi modificando le professioni dei pescatori che hanno prodotto la morte di molte vaquitas, tentare di incoraggiare il turismo di osservazione, ecc.

Quindi, nel 2017, i gruppi di conservazione hanno avviato un piano più disperato per il recupero della vaquita, ritenendo che esistessero solo una trentina di esemplari. La loro idea era di catturare tutte le vaquitas rimaste e proteggerle in cattività. In tal modo, speravano che gli animali si riproducessero e aumentassero il loro numero per tornare allo stato selvatico. Tuttavia, anche questo piano è fallito.

I fallimenti dei piani per il recupero della vaquita

Nonostante gli sforzi di conservazione, nessuno dei piani ha avuto successo. I pescatori locali hanno cambiato il modo in cui lavorano, ma hanno fallito e sono caduti in rovina. Allo stesso tempo, il turismo di osservazione non ha prodotto i risultati sperati, portando meno entrate del previsto.

Il problema è che sappiamo molto poco della vaquita. In effetti, gli ambientalisti non erano consapevoli della docilità di questi animali e se avrebbero resistito al contatto con gli umani. Pertanto, l'avvio del loro piano era una misura disperata che dovevano attuare praticamente bendati.

I primi due esemplari che hanno salvato e portato in cattività ci hanno mostrato che gli animali non potevano sopravvivere. La prima era una giovane vaquita che sarebbe morta senza le cure della madre. Il secondo è morto mentre gli ambientalisti lo stavano trasferendo nelle nuove installazioni… apparentemente a causa dello stress subito durante la cattura.

Fonte: Paula Olson

Gli scienziati non sono stati in grado di trovare un'altra soluzione per prevenire l'estinzione della vaquita. Molti hanno accettato che questa specie scomparirà presto poiché non sappiamo abbastanza su di loro per assistere nella loro riproduzione. Inoltre, il loro habitat non può più essere protetto.

Le cause dietro il loro pericolo

Come in quasi tutti i casi di pericolo ed estinzione, sono molte le cause che hanno portato alla situazione attuale.

La prima causa di morte nelle vaquitas è rimanere intrappolati nelle reti da pesca illegali che hanno lo scopo di catturare il pesce totoaba. Anche la cattura della totoaba è illegale, visto che è anch'essa in pericolo di estinzione e sotto protezione. Tuttavia, è uno dei pesci più paganti in alcune parti dell'Asia.

Un'altra causa del declino della vaquita ha a che fare con il scarsa qualità del cibo che ingeriscono. Lo sbarramento del fiume Colorado ha influito sul numero di pesci disponibili per la vaquita, nonché sulla loro qualità.

A differenza di molti altri cetacei, le vaquitas non vivono in gruppi sociali, ma, piuttosto, sono esseri indipendenti. Perciò, è sempre più difficile per loro trovarsi per riprodursi. Inoltre, le vaquitas femminili rimangono incinte solo una volta all'anno e hanno un solo bambino. Perciò, la loro capacità riproduttiva è molto limitata.

Infine, alcuni scienziati hanno rinunciato ai piani per il recupero della vaquita mai funzionante. Questo atteggiamento contribuisce solo alla sua eventuale estinzione. Altri stanno ancora compiendo degli ultimi sforzi per aiutare la vaquita. Tuttavia, sembra che, molto presto, la vaquita sarà un'altra specie estinta.