Quante specie animali ci sono sul pianeta?

0
535
Quante specie animali ci sono sul pianeta
Quante specie animali ci sono sul pianeta

Il pianeta ha una grande biodiversità; le stime indicano che ci sono circa 8,7 milioni di specie, 7,7 milioni delle quali sono specie animali.

C'è ancora molto da scoprire e conosciamo solo una piccola parte delle specie animali stimate, il resto deve ancora essere catalogato. Purtroppo, alcuni di loro alla fine scompariranno prima che ne sapremo di più.

La tassonomia è la scienza della classificazione delle specie (animali o non animali) sul pianeta, include anche quelli estinti. Questa classificazione si basa sulla parentela tra gli organismi e la loro storia evolutiva.

Nel XVIII secolo, Linneo iniziò un sistema per classificare animali e piante. In effetti, li ha raggruppati in categorie dal più grande (regno) alla più piccola (specie). Questa classificazione è stata utilizzata per identificare e raggruppare le specie animali. Inoltre, i progressi genetici contribuiscono molto ad esso.

È più difficile aggiungere nuove scoperte man mano che ci spostiamo nella categoria tassonomica. In realtà, è più comune trovare nuove specie o sottospecie che nuove classi o famiglie.

Una classificazione tassonomica di base del regno animale.

I ricercatori stimano i calcoli delle specie di un gruppo attraverso il numero di categorie tassonomiche superiori. In questo modo, è possibile prevedere matematicamente il numero di specie che un determinato genere o classe può coprire. Questo metodo è utile per trovare il numero esatto di specie attualmente conosciute.

In totale, gli scienziati ritengono che, dei 7,77 milioni di specie animali stimate, più di 950.000 siano già state catalogate. Al ritmo con cui stiamo facendo nuove scoperte, ci vorrebbero circa 1000 anni per identificare i circa 8,7 milioni di specie sul pianeta.

Rispondere alla domanda su quante specie ci sono sul pianeta è una sfida. Mostra che c'è ancora molto da imparare su questo mondo in cui viviamo; l'importanza non sta solo nel numero ma anche nella varietà.

La biodiversità si riferisce alla variabilità degli organismi viventi sulla Terra e ai complessi ecologici di cui fanno parte. Ad esempio, include la diversità tra le specie e l'ambiente in cui vivono. Esistono tre livelli di biodiversità e dobbiamo comprenderli per preservare le specie:

  • La diversità genetica si riferisce alle versioni dei geni che sono presenti tra gli individui all'interno di una popolazione e tra le popolazioni della stessa specie.
  • La diversità delle specie include esseri viventi con caratteristiche comuni a livello di specie e categorie minori, come le sottospecie, e quelle superiori, come i generi o le famiglie.
  • La diversità degli spazi rappresenta i vari ecosistemi che rendono possibile l'esistenza della specie. Si riferisce a tutti gli ambienti fisici, chimici e biologici che compongono l'ambiente.

La biodiversità presente sulla Terra è il risultato di 4 miliardi di anni di evoluzione. Il suo mantenimento, infatti, è fondamentale per la conservazione delle specie animali. Sfortunatamente, il ritmo del consumo di risorse e l'invasione degli ecosistemi da parte dell'uomo hanno danneggiato questo equilibrio biologico ancestrale.

Gli insetti sono il gruppo di animali più diversificato del pianeta e il più diffuso. Ci sono oltre un milione di specie identificate e queste rappresentano circa il 90% delle specie animali. Tuttavia, non conosciamo appieno i numeri effettivi. Tuttavia, le stime indicano che ce ne sono diversi milioni in più rispetto a quelle documentate finora.

Qual è il segreto del loro successo, però? Grazie al processo di evoluzione questi animali hanno molte caratteristiche morfologiche e fisiologiche vantaggiose quali:

  • Taglia piccola
  • Esoscheletro leggero e resistente
  • Gli insetti sono gli unici invertebrati con le ali e questo permette loro di aumentare la loro capacità di espansione
  • La metamorfosi consente a esemplari della stessa specie e di età diverse di vivere insieme senza competere per le risorse del loro ambiente
  • La capacità di lasciare dietro di sé un gran numero di prole che non richiede cure parentali

Infine, la classificazione tassonomica esiste da circa 250 anni. Inoltre, ci sono oltre 1,2 milioni di specie in un database centrale. Tuttavia, dobbiamo ancora scoprire e conoscere circa l'86% delle specie sulla Terra e il 91% delle specie nell'oceano.

Sfortunatamente, a questo ritmo, molte specie si estingueranno prima ancora che ne veniamo a conoscenza. Questo perché continuiamo a distruggere i loro habitat naturali. Perciò, le tendenze attuali non mostrano alcuna indicazione che si fermi presto.

Quali sono gli animali più letali del mondo?

Il mondo è tanto affascinante quanto pericoloso. Questo perché alcune specie rientrano nella categoria degli animali più mortali al mondo. Leggi di più "