Quanto sono sicuri gli antistaminici per i cani?

0
584
Quanto sono sicuri gli antistaminici per i cani
Quanto sono sicuri gli antistaminici per i cani

Gli antistaminici sono farmaci utilizzati per il trattamento in corso delle allergie e hanno un posto nella medicina veterinaria anche se non sono frequentemente prescritti per i cani.

A causa del loro uso diffuso negli esseri umani, è normale chiedersi se questi tipi di farmaci siano sicuri per i cani. Come sempre, il veterinario dovrebbe essere quello che prescrive questo tipo di trattamento. In ogni caso, continua a leggere per saperne di più sugli antistaminici, in quanto potrebbe rispondere ad alcune delle tue domande.

Come indica il nome, un antistaminico ha un impatto diretto sull'istamina, una molecola con una reazione locale che ha un impatto sul sistema immunitario dei mammiferi nei processi allergici. Ha anche altre funzioni nel flusso sanguigno e nel sistema nervoso.

L'istamina è coinvolta nelle reazioni di ipersensibilità a un allergene (polline di graminacee, polvere, alcuni tipi di cibo, ecc.).

  • Produce infiammazione dei tessuti aumentando il volume sanguigno mediante vasodilatazione, consentendo l'uscita del liquido nell'area rilevata e attirando i leucociti. L'infiammazione genera vampate, calore, edema e prurito.
  • Regola il sonno e agisce come un neurotrasmettitore nel sistema nervoso. L'istamina prolunga la veglia e riduce il sonno. In breve, fa l'opposto della melatonina.

In primo luogo, esistono tre tipi di farmaci antistaminici e ognuno di essi funziona in modo diverso:

  • Gli antagonisti fisiologici sono composti chimici che producono gli effetti fisiologici contrari all'istamina: adrenalina, efedrina, xantina …
  • Gli inibitori del rilascio di istamina riducono le conseguenze dell'istamina sul corpo, prevenendone il rilascio nel flusso sanguigno.
  • Gli antagonisti farmacologici competitivi o gli antistaminici sono farmaci che occupano i recettori dell'istamina, in modo che l'istamina non possa agire sui loro bersagli cellulari. All'interno di questa categoria, ci sono tre diversi tipi di antistaminici nei cani, a seconda del tipo di recettore con cui interagiscono: H1, H2 e H3.

Questo farmaco è sicuro fintanto che è adeguatamente prescritto da un veterinario e il proprietario rispetta le loro istruzioni. Fermare i sintomi causati da un elevato rilascio di istamina (tipico delle reazioni allergiche) e proteggere la mucosa gastrointestinale sono i suoi principali effetti.

Gli antistaminici H1 agiscono sui recettori dell'istamina H1, responsabili della vasodilatazione, della permeabilità vascolare e della contrazione del muscolo bronchiale e intestinale. Questo tipo di farmaco viene utilizzato nelle reazioni allergiche e nello shock anafilattico. Anche in caso di prurito, orticaria, dermatite, eczema e punture di insetti, tra gli altri, in combinazione con altri farmaci.

Inoltre, i recettori dell'istamina H2 regolano la secrezione di HCl nello stomaco e hanno un effetto stimolante del cuore. Pertanto, i medici usano antagonisti antistaminici di questo recettore per alleviare gli effetti sul sistema digerente, in particolare ulcere gastroduodenali e gastrite.

Le ulcere gastriche compaiono a causa di uno squilibrio nella secrezione di acido gastrico e di un'alterazione della mucosa. Questo squilibrio può essere dovuto allo stress e all'uso continuato di farmaci come i farmaci antinfiammatori non steroidei.

Infine, i medici prescrivono antagonisti del recettore H2 dell'antistaminico perché hanno un effetto antisecretorio fino al ripristino della barriera di protezione gastrica.

Gli antistaminici vengono solitamente prescritti insieme ad altri farmaci per trattare i sintomi di allergia. Tuttavia, non ferma immediatamente il prurito, che è il sintomo più fastidioso. Puoi potenziarne l'effetto aggiungendo acidi omega-3 o omega-6 alla dieta regolare del tuo cane.

Questi farmaci possono avere alcuni effetti collaterali, di cui un veterinario deve informarti prima del loro utilizzo. La sonnolenza è il principale effetto collaterale degli antistaminici, ma potrebbero esserci altri effetti come:

  • Anoressia
  • Vomito
  • Diarrea
  • Aumento del prurito

È importante non somministrare antistaminici al tuo cane a meno che un veterinario non ne raccomandi l'uso e non li prescriva. Non curare il tuo cane da solo; devi sempre usare droghe con cautela, ma soprattutto negli animali. Soprattutto in quelle che sono incinte o hanno una condizione del fegato, convulsioni, ritenzione urinaria, glaucoma e atonia gastrointestinale.

Esistono alternative all'uso degli antistaminici, sia come farmaco orale che come trattamento topico. Ancora, consulta sempre il tuo veterinario prima di usare questi farmaci per curare il tuo amico animale.

Grazie per aver letto.

Irritazione cutanea nei cani: come trattarla a casa

La dermatite è una delle malattie della pelle canina più frequenti. Leggi l'articolo di oggi per saperne di più sull'irritazione della pelle nei cani. Leggi di più "