Scopri i poco noti aristocratici del regno animale

0
417
Scopri i poco noti aristocratici del regno animale
Scopri i poco noti aristocratici del regno animale

Molte culture riconoscono i gatti come gli aristocratici del regno animale. Oltre a dominare molti degli ecosistemi che occupano, i loro corpi agili, eleganti e armoniosi li aiutano a guadagnare questo titolo. E, come se non bastasse, hanno un modo caratteristico di camminare che conferisce loro una certa maestosità. Potrebbe essere questo il motivo per cui il leone è il re della giungla?

La distribuzione dei felini raggiunge un livello mondiale grazie al gatto domestico. Ma il resto della specie preferisce montagne, giungle e deserti, allontanandosi dalla civiltà. Resta con noi per scoprire alcuni di questi gatti selvatici nei paragrafi seguenti.

Per generazioni, le persone hanno associato i gatti a numerose superstizioni e leggende. Nell'antico Egitto, i gatti erano animali sacri, a tal punto che mummificavano i gatti insieme ai loro proprietari per accompagnarli nelle loro vite successive.

Le civiltà native riconoscevano i grandi felini americani come il giaguaro o il puma come incarnazioni degli dei. La loro immagine è stata usata come simbolo di forza e potere per generazioni. Infatti, nei villaggi dei nativi americani, solo le persone con autorità e importanza indossavano le pelli di questi animali.

Quando si tratta degli aristocratici del regno animale, non si tratta solo di pantere, leoni e giaguari. Ci sono molti gatti selvatici poco conosciuti ma altrettanto interessanti. Eccone alcuni.

Il gatto di Pallas

Otocolobus manul vive nelle steppe dell'Asia centrale, ad altitudini fino a 5.000 metri (@ 16.000 piedi) sul livello del mare. Questo è possibile perché la sua abbondante pelliccia lo protegge dal freddo e dal vento eccessivi.

All'interno della famiglia dei Felidi, è uno dei meno simili al nostro concetto di "gatti aristocratici". Ha le gambe corte, un corpo paffuto e tozzo e una coda lunga e pelosa dagli anelli neri. Il suo mantello è comunque molto bello, con sfumature che variano dal grigio cenere al rossastro.

Il gatto della baia

Catopuma badia è il felino endemico delle giungle dell'isola del Borneo. È piccolo, raggiunge appena 2 piedi (senza contare la coda) e pesa quasi tre chili.

Pochissimi esemplari sono stati osservati dall'occhio umano, il che spiega perché così pochi di noi ne hanno sentito parlare.

Uno degli aristocratici più strani del regno animale: il Jaguarundi

L'Herpailurus yagouaroundi è un altro gatto americano poco conosciuto. Nonostante quello che potresti pensare, non ha nulla a che fare con il giaguaro. Tranne, ovviamente, per il fatto che vivono nelle stesse zone.

Il tono della loro pelle è uniforme, con tre possibili colori: nero, grigio piombo o rame. Per la sua forma e per i suoi movimenti sembra più una donnola che un felino.

È un povero scalatore e non si avventura mai in foreste troppo fitte. Inoltre, è così timido che l'uomo è stato raramente in grado di individuarne uno. Questo spiega sicuramente perché non ci viene mai in mente quando pensiamo agli aristocratici del regno animale.

Ma ciò che distingue questo animale dai suoi "cugini" in modo sostanziale è il suo amore per l'acqua.

Lo strano leopardo nebuloso

La nebulosa Neofelis abita le foreste tropicali del sud-est asiatico. Ha abitudini arboree, quindi deve essere un ottimo arrampicatore. E, grazie alla sua lunga coda che funge da altalena, puoi vederlo muoversi agilmente tra i rami.

Il mantello di questo felino è pieno di grandi macchie irregolari che sono marroni all'interno e hanno bordi neri. Questo li aiuta a nascondersi tra le foglie. Per quanto riguarda il loro nome, si riferisce a questi punti, che assomigliano a un cielo nuvoloso.

La pantera nebulosa di Formosa è una sottospecie che abitava l'isola di Taiwan ed è stata considerata estinta da decenni. Tuttavia, alcuni hanno affermato di aver individuato la specie in tempi recenti.

Uno dei più grandi rappresentanti: l'ocelot

Leopardus pardalis è uno dei gatti più grandi delle Americhe, misura quasi un metro e mezzo di lunghezza (5 piedi). Il suo mantello è grigio-rossastro ed è quasi invisibile tra la vegetazione al chiaro di luna. Questa è una caratteristica utile considerando che l'ocelot è un animale notturno, come la maggior parte dei membri della sua famiglia.

Forte e feroce, uccide facilmente animali molto più grandi o più pericolosi di lui. Ad esempio, cervi e boa constrictor.

Aristocratici del regno animale nella penisola iberica

La fauna iberica è una delle più ricche e diversificate di tutta Europa e comprende i felini selvatici. La lince iberica si distingue, con tutte le lotte che la sua conservazione ha dovuto affrontare per decenni. E anche il gatto selvatico, forse meno emblematico, ma altrettanto maestoso.

Sulle orme di una tigre siberiana

RT Documentaries offre un interessante capitolo intitolato "A Walk in a Siberian Tiger's Footsteps", sulla tigre siberiana e gli esseri umani in Cina. Leggi di più "