Visone europeo: in pericolo critico – I miei animali

0
381
Visone europeo in pericolo critico I miei animali
Visone europeo in pericolo critico I miei animali

Il visone europeo (Mustela lutreola) è una specie in pericolo di estinzione e uno dei piccoli mammiferi più a rischio in Europa.

Perdita di habitat, caccia incontrollata e, soprattutto, l'invasione del visone americano, una specie competitiva dominante, Sono alcuni dei fattori che contribuiscono alla loro scomparsa.

Come capire la differenza

Uno dei maggiori ostacoli alla conservazione della specie di visone europeo è la sua concorrenza con il visone americano, una specie portata in Europa dagli allevatori di pellicce circa un secolo fa.

Le due specie sono abbastanza simili. Entrambi provengono dalla stessa famiglia e hanno corporature e comportamenti simili. Tuttavia, ci sono alcuni tratti fisici che possono aiutarci a differenziare i due. Le seguenti sono alcune delle caratteristiche contrastanti:

  • Il visone europeo è di dimensioni inferiori.
  • Il visone americano è tipicamente più scuro del visone europeo, il cui mantello è marrone cioccolato.
  • Il visone europeo presenta macchie bianche sul mento e su entrambi i lati del muso, mentre il visone americano ha una macchia bianca solo sul mento.

Oltre a queste distinzioni morfologiche, possiamo anche individuare alcune differenze nel loro comportamento. Il visone americano è più aggressivo ed è una specie meno esigente rispetto al suo habitat, in quanto può adattarsi facilmente a qualsiasi tipo di ambiente acquatico. Inoltre, il visone americano ha una maggiore capacità riproduttiva.

Cause dietro le specie in diminuzione

Ci sono tre fattori principali per la scomparsa del visone europeo, di cui parleremo più avanti. Il modo più efficiente per garantire la conservazione delle specie è intraprendere azioni basate su questi punti:

1. Concorrenza con il visone americano

Il visone americano è un altro piccolo mustelide, ma le cui origini sono nel Nord America. Gli allevatori di pellicce iniziarono ad allevare la specie in Canada e negli Stati Uniti alla fine del XIX secolo per vendere la loro pelliccia.

Il successo commerciale era così popolare che l'attività fu portata in Europa nel 1920, dove gli allevatori di pellicce costruirono i primi allevamenti di visoni, che si espansero rapidamente.

Anni dopo, gruppi selvaggi di visoni americani spuntarono in tutta Europa come risultato di fughe dalla scarsa sicurezza o incidenti nelle fattorie, di essere lasciati andare apposta e di massicce campagne di liberazione da parte di gruppi per i diritti degli animali.

L'introduzione dei visoni americani ha avuto un impatto molto negativo sull'ambiente e sulle specie animali autoctone.

La capacità di adattamento del visone americano e gli alti tassi di riproduzione lo hanno reso un grande concorrente per altri mustelidi, in particolare per il visone europeo, che deve lottare per lo stesso territorio e le stesse risorse.

2. Distribuire le popolazioni

Il visone europeo ha scomparso dal 90% della sua area abitativa originaria in Europa. Le popolazioni che si trovano ancora nella stessa area si sono isolate da altri gruppi.

La popolazione occidentale (franco-spagnola) è tagliata fuori dall'est (Delta del Danubio e Russia) e, a loro volta, anche le popolazioni spagnola e francese a ovest sono isolate.

Questo isolamento genetico ha portato a un'enorme perdita di biodiversità, che ha fatto diventare il visone europeo una specie ancora più fragile. Uno dei principali obiettivi dell'allevamento in cattività è combattere questo fenomeno introducendo diversi esemplari per aumentare la variabilità genetica.

3. Distruzione dell'habitat

Il visone europeo è un animale particolare in quanto prospera in condizioni ambientali specifiche. In genere predilige le aree con un ampio argine, una fitta vegetazione e acqua di buona qualità, con una corrente lenta o moderata. Però, gli ecosistemi fluviali sono uno dei più colpiti dall'azione umana.

Il cambiamento degli alvei e dei margini dei fiumi, la diminuzione della vegetazione lungo il fiume, lo sfruttamento delle falde acquifere, l'inquinamento delle acque e la costruzione di barriere architettoniche che modificano i sistemi fluviali naturali sono le cause più comuni della perdita di questi ecosistemi.

Strategie di conservazione

Le strategie per la conservazione del visone europeo sono progettate per affrontare i punti di cui sopra. Attualmente, ci sono molti diversi programmi di conservazione in tutta Europa che stanno lavorando per salvare questa specie dall'estinzione. Ecco alcune delle loro strategie chiave:

1. Censimento della popolazione

La comprensione della situazione che i visoni europei devono affrontare in natura è fondamentale per effettuare una valutazione della specie. Per fare ciò, acquisire, catturare nuovamente e tenere traccia di gruppi diversi è essenziale per acquisire dati concreti.

Allo stesso modo, è importante comprendere la densità di popolazione dei visoni americani per determinare se i metodi per la gestione delle specie invasive funzionano.

2. Reintroduzione allo stato selvatico e riproduzione in cattività

Il programma europeo per le specie minacciate di estinzione (PPE) è un programma di conservazione che sta attualmente lavorando per salvare le specie di visoni europee, così come molte altre specie in via di estinzione. Il PPE guida i programmi di reintroduzione in paesi come Estonia, Germania, Francia e Spagna.

Uno dei più grandi I problemi che gli scienziati hanno riscontrato durante l'allevamento di questa specie in cattività è il comportamento del visone europeo maschio. Spesso, quando si cerca di accoppiare maschi con femmine in calore, il maschio non mostra alcun interesse per l'accoppiamento, fugge dalla femmina o, in alcuni casi, può agire in modo aggressivo.

Ci sono pochi studi che verificano quali fattori inducono i visoni europei selvatici ad agire in modo diverso rispetto a quelli in cattività. Tuttavia, sulla base delle esperienze con animali della stessa famiglia (Martes martes) di altri centri per animali, possiamo vedere che i comportamenti appresi, l'età e la competizione con altri maschi possono influenzare notevolmente il successo dell'accoppiamento.

3. Prevenire la diffusione dei visoni americani e preservare gli habitat

Al fine di fermare la diffusione delle specie invasive di visoni americani, è necessario controllare la popolazione e vietare l'apertura di nuovi allevamenti di pelliccia di visone americano, poiché gli ambientalisti li considerano un enorme rischio per le specie europee.

Nello stesso modo, È necessario attuare urgentemente misure per la protezione e il ripristino degli ecosistemi fluviali. Ciò contribuirebbe a rinnovare le connessioni tra i diversi gruppi di visoni europei, il che, a sua volta, aumenterebbe le opportunità di scambio genetico. Inoltre, la conservazione del fiume sarebbe vantaggiosa per altre specie in via di estinzione.

La lince della penisola iberica: altamente minacciata

Con solo 500 esemplari, la lince della penisola iberica è il felino più a rischio di estinzione al mondo. Per saperne di più su questo animale, continua a leggere. Leggi di più "