Fatti sulla gravidanza e sul tuo cuore per proteggere te e il tuo bambino

0
182
Cosa succede al tuo primo appuntamento prenatale ashx
Cosa succede al tuo primo appuntamento prenatale ashx

Le giovani donne con problemi cardiaci sono spesso preoccupate di poter avere una gravidanza sana. Quando i suoi pazienti sollevano queste preoccupazioni, Chileshe NkondePrice, MD, direttrice del Women’s Cardiovascular Program, le rassicura sul fatto che la gravidanza è possibile e sicura, purché lavorino con i loro medici per gestire le loro condizioni cardiache prima, durante e dopo la gravidanza.

Gestione delle malattie cardiache acquisite

"Ci sono in realtà due diverse popolazioni di donne con malattie cardiache: donne che hanno condizioni con cui sono nate (cardiopatia congenita) e quelle con condizioni che si sono sviluppate durante l'età adulta (cardiopatia acquisita)", dice NkondePrice. “Stiamo scoprendo che il rischio di complicanze cardiache non è così alto come previsto nelle donne con cardiopatia congenita. Infatti, studi recenti hanno dimostrato che queste donne stanno bene al momento del parto. Tuttavia, si sa meno delle donne con malattie cardiache acquisite ".

“La popolazione delle donne in gravidanza sta cambiando poiché i tassi di natalità per le donne tra i 30, i 40 e i 50 anni aumentano costantemente. Non è raro che le donne inizino ora una gravidanza con condizioni cardiache acquisite ".

Queste condizioni includono ipertensione, insufficienza cardiaca, malattia coronarica (attacchi di cuore), malattie delle valvole cardiache e disturbi del ritmo cardiaco (aritmie). NkondePrice ha alcuni consigli per le donne che rimangono incinte mentre gestiscono una di queste condizioni:

  • Parla immediatamente con il tuo medico, idealmente prima di rimanere incinta, della tua salute e dei farmaci che stai assumendo per le tue condizioni cardiache, poiché alcuni farmaci potrebbero danneggiare il bambino in via di sviluppo.
  • Essere assistiti in un ambiente in cui si ha accesso a un team di medici multidisciplinari che includerebbe, come minimo, un ostetrico / ginecologo e un cardiologo.
  • Stabilisci assistenza prenatale all'inizio della gravidanza e mantieni tutti gli appuntamenti prenatali.
  • Non aver paura di fare domande. I sintomi della gravidanza e i sintomi delle malattie cardiache sono spesso simili. Le donne dovrebbero sentirsi a proprio agio nel rivolgersi ai loro cardiologi con domande o per la valutazione ogni volta che è necessario. "È meglio essere disturbati e rimandati a casa che rischiare di ferirsi o farsi male", afferma NkondePrice.
  • Scopri se sei a rischio di trasmettere la tua condizione a tuo figlio.
  • Per le donne che iniziano una gravidanza con la pressione alta, sappi che la tua pressione sanguigna può essere un po 'più alta, ma non troppo alta, durante la gravidanza. Collabora con il tuo medico per capire quale intervallo di pressione sanguigna è giusto per te in ogni fase della gravidanza. Potrebbe essere necessario interrompere o addirittura sospendere i farmaci per l'ipertensione durante la gravidanza.
  • Preeclampsia: un indicatore precoce di malattie cardiache

    La preeclampsia è un problema per il 5-9% delle donne durante la gravidanza. Questa condizione colpisce numerosi sistemi del corpo, compreso il cuore, e può essere pericolosa sia per la madre che per il bambino.

    "Non sappiamo ancora come prevedere chi avrà la preeclampsia", afferma NkondePrice. "È importante andare a tutti gli appuntamenti prenatali in modo che il medico possa monitorare la pressione sanguigna, le proteine ​​nelle urine e altri sintomi."

    I sintomi che possono indicare la preeclampsia includono mal di testa, visione offuscata, nausea e dolore sotto la gabbia toracica sul lato destro.

    Poiché le donne con preeclampsia hanno quattro volte più probabilità di sviluppare la pressione alta entro 10 anni dal parto e il doppio delle probabilità di avere un attacco di cuore, NkondePrice consiglia ai suoi pazienti di adottare uno stile di vita sano dopo la gravidanza che può aiutare a prevenire problemi cardiaci lungo la strada .

    "Una volta pensavamo che il parto fosse la cura, ma ora sappiamo che la preeclampsia è una condizione in cui il parto è il primo trattamento", dice. "Le donne sono tipicamente nella prima età adulta e non hanno altri fattori di rischio cardiaco quando hanno una gravidanza complicata dalla preeclampsia. Per alcune donne, la preeclampsia è l'unico indicatore che sono a più alto rischio di malattie cardiache durante la loro vita. Dico ai miei pazienti che è importante usare il proprio stile di vita come medicina. "

    Per quanto riguarda il rischio associato a future gravidanze, NkondePrice rassicura le sue pazienti con preeclampsia che possono certamente avere un altro figlio, ma la preeclampsia può verificarsi in una gravidanza successiva.

    "Se la preeclampsia si sviluppa a termine, il rischio di recidiva è del 15-18%", afferma. “Tuttavia, se si sviluppa la preeclampsia prima delle 37 settimane, il rischio di recidiva è più alto dal 25 al 40%. Nel complesso, la preeclampsia è più comune nelle prime gravidanze e più spesso si verifica a termine ".

    Consegnare con malattie cardiache

    Le condizioni cardiache determinano raramente se una donna partorisce per via vaginale o partorisce tramite un taglio cesareo. In effetti, NkondePrice afferma che la maggior parte delle donne può optare per il parto vaginale se lo desidera, anche se ha malattie cardiache.

    "La decisione di eseguire il parto tramite la sezione C è solitamente il risultato di un problema ostetrico", afferma. "Ecco perché questa determinazione viene sempre presa dall'ObGyn in consultazione con il cardiologo e l'anestesista, poiché una donna si avvicina alla fine della sua gravidanza".

    La conclusione è che quando la tua assistenza è coordinata da un team multidisciplinare che si prende cura di te prima, durante e dopo la gravidanza puoi avere una gravidanza sana anche con una condizione cardiaca.