I messaggi di testo possono aiutare a salvare la vita delle donne con preeclampsia?

0
201
I messaggi di testo possono aiutare a salvare la vita ashx
I messaggi di testo possono aiutare a salvare la vita ashx

Se hai mai partorito, conosci fin troppo bene le sfide che ne derivano, soprattutto una volta tornato a casa. Le nuove mamme spesso si sentono esauste e addolorate dopo il parto e cercare di prendersi cura del nuovo membro della tua famiglia mentre consenti al tuo corpo di riprendersi può essere difficile. È probabile che non ti sentirai molto come lasciare la tua casa durante questo periodo, soprattutto per non vedere il tuo medico al solo scopo di controllare la tua pressione sanguigna. Tuttavia, per le donne che soffrono di una condizione nota come preeclampsia, il monitoraggio della pressione sanguigna può fare la differenza tra la vita e la morte.

I segni premonitori della preeclampsia, prima e dopo il parto

La preeclampsia è una condizione che colpisce il 5-8% della popolazione. Le donne che soffrono di preeclampsia hanno problemi di pressione alta causati dalla gravidanza, più comunemente prima del parto. Mentre il parto è la cura per la condizione, la preeclampsia può presentarsi anche dopo il parto, la preeclampsia postpartum. Può essere estremamente difficile per le donne conoscere la differenza tra i normali effetti collaterali del parto, come affaticamento e dolore, e condizioni più gravi causate dalla preeclampsia post-partum, motivo per cui la maggior parte dei medici consiglia alle donne a cui è stata diagnosticata questa condizione di tornare per un visita di controllo con il proprio medico entro 72 ore dalla dimissione.

Dr. Adi Hirshberg

Fino al 70% delle donne rinuncia a partecipare al primo appuntamento di follow-up dopo il parto. Sebbene la maggior parte delle donne non abbia motivo di preoccuparsi, saltare questo appuntamento può essere pericoloso per la vita di quelle donne che hanno condizioni più gravi che richiedono cure mediche immediate. Fortunatamente, un team di ricercatori guidato da Adi Hirshberg, MD, un collega del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia presso l'Ospedale dell'Università della sylvania, sta ricercando un servizio di messaggi di testo che avviserà le donne a rischio che hanno bisogno di visitare il loro medico come appena possibile per ulteriori test e procedure.

Lo studio

In uno studio iniziale, la dottoressa Hirshberg e il suo team hanno inviato messaggi di testo a 32 pazienti che hanno appena partorito per sette giorni dopo essere stati dimessi. Ogni messaggio di testo ha ricordato ai pazienti di misurare la pressione sanguigna e di condividere i risultati con il proprio medico. Ai pazienti con pressione sanguigna più alta è stato chiesto di effettuare ulteriori letture e di inviarle al proprio medico.

L'84% di tutte le donne utilizzate in questo studio ha risposto tra le 24 e le 48 ore dopo la dimissione e il 65% ha continuato a rispondere per i successivi 5-7 giorni. Ciò significa che le donne erano significativamente più reattive e proattive riguardo alla loro salute utilizzando il servizio di messaggistica di testo rispetto alle visite di persona. Il servizio di messaggistica di testo ha avuto un effetto positivo su medici e assistenti, oltre a consentire loro di fornire feedback ai propri pazienti in modo più rapido, più conveniente ed efficiente rispetto a prima. A seguito delle segnalazioni, due donne sono state identificate come "a rischio" e sono state sottoposte a farmaci. Nessuna delle donne in questo studio ha richiesto la riammissione in ospedale.

Monitor per la pressione del sangue

Allora, cosa significa questo per le donne con preeclampsia? Dovrebbero rinunciare a vedere i loro medici dopo il parto e fare affidamento esclusivamente sul servizio di messaggistica di testo? Il dottor Hirshberg ha fornito alcune informazioni dicendo: "Penso ancora che ci sia valore nell'interfaccia faccia a faccia, medico / fornitore per molte situazioni, ma il problema dell'ipertensione postpartum (nota anche come preeclampsia) è che la maggior parte delle persone è andrà bene. Vogliamo solo catturare i pochi che effettivamente dovranno entrare. [With this new text messaging service], possiamo trovare le persone che devono entrare, invece di far entrare tutti ".

Fornendo un servizio ai pazienti tramite messaggi di testo, i medici saranno ora in grado di dedicare più tempo a vedere i pazienti con una maggiore necessità di cure mediche immediate e possono anche lavorare di più sull'aspetto di ricerca del loro lavoro per aiutare a migliorare la loro qualità complessiva di paziente cura. Sebbene questo servizio sia ancora in fase di ricerca e sottoposto a ulteriori test, il Dr. Hirshberg rimane fiducioso e ottimista sul fatto che il risultato finale sarà estremamente vantaggioso per i pazienti e per i medici. “Ha una cultura dell'innovazione. Garantire che i nostri pazienti ricevano le cure più aggiornate e all'avanguardia è una priorità ", ha affermato il dott. Hirshberg.