La battaglia per trovare il minore dei tre mali

0
92
domande sulla perimenopausa ashx
domande sulla perimenopausa ashx

Vampate di calore. Sudorazioni notturne. Disturbi del sonno. Sbalzi d'umore. Cuori irregolari e da corsa. Questi sono tutti segni dell'inizio della menopausa, il momento nella vita di una donna in cui le sue ovaie cessano di funzionare. Segnale la fine dei suoi anni di fertilità, il suo ciclo mestruale e un calo degli ormoni prodotti naturalmente.

Fatti allarmanti

Come se la possibilità che i sintomi della menopausa si manifestino già all'età di 40 anni non fosse abbastanza inquietante, dai un'occhiata a questi fatti inquietanti:

  • Il rischio di malattie cardiache per una donna aumenta automaticamente all'età di 40 anni
  • Le malattie cardiache sono la principale causa di morte nelle donne sopra i 40 anni, in particolare quelle nel mezzo della menopausa.

Se la menopausa non causa malattie cardiache, perché è un periodo così significativo? L'estrogeno è un ormone che ha un effetto positivo sul sistema cardiovascolare mantenendo flessibili le pareti dei vasi sanguigni. La diminuzione degli estrogeni durante la menopausa provoca cambiamenti negativi nei vasi sanguigni, non proteggendoli più nello stesso modo e attraverso i cambiamenti nelle pareti di questi vasi, i coaguli sono più inclini a formarsi. Oltre a questi cambiamenti, nelle donne in postmenopausa, la pressione sanguigna inizia a salire e i livelli di colesterolo LDL ("cattivo") aumentano mentre l'HDL ("buono") rimane lo stesso.

Trattamento

Allora cosa deve fare una donna? Una volta si pensava che la terapia ormonale sostitutiva (HRT) non solo aiutasse a scongiurare questi sintomi indesiderati della menopausa, ma aiutasse anche a tenere a bada minacce più gravi per la salute, come malattie cardiache, cancro e osteoporosi. Nel 2002, tuttavia, gli studi sulla terapia ormonale sostitutiva che coinvolgono questi ormoni sono stati interrotti in seguito all'evidenza che le donne in essi hanno mostrato un aumento del rischio di infarto, ictus, cancro al seno e persino demenza.

Il noto aumento delle malattie cardiache in questo sottogruppo di donne ha portato a un aumento dello screening e a un approccio più personalizzato quando si tratta di trattare la menopausa. Secondo Kelly Anne Spratt, DO, cardiologa, "Il trattamento di una donna per la menopausa dipende da molti fattori, tra cui la gravità e la vitalità dei suoi sintomi, il suo stato di salute attuale, la storia medica e familiare e le preferenze di trattamento. Molti sintomi possono essere gestiti efficacemente attraverso cambiamenti nello stile di vita e altri tipi di terapie ".

Una cosa è chiara, tuttavia. La terapia ormonale sostitutiva non deve essere utilizzata per prevenire le malattie cardiache. Né le donne con malattie cardiache dovrebbero prenderlo. E le donne hanno bisogno dell'aiuto di un medico. Possono iniziare con il loro medico di base o il loro ginecologo e discutere con lui altri modi per ridurre la pressione sanguigna e il colesterolo LDL e prevenire attacchi di cuore e ictus, come modifiche dello stile di vita (ad esempio, passare a una dieta sana e smettere di fumare) e conservare il sangue pressione e livelli di colesterolo sotto controllo con i farmaci adeguati.

"Suggerirei inoltre vivamente che le donne in menopausa che hanno una storia familiare di malattie cardiache o mostrano sintomi di malattie cardiache o hanno più fattori di rischio per malattie cardiovascolari dovrebbero cercare il parere medico professionale di un cardiologo oltre al proprio medico di base, "aggiunge il dott. Spratt" Il rischio di una donna di malattie cardiovascolari, inclusi infarto e ictus, perdita ossea e cancro è soggetto a cambiamenti con l'avanzare dell'età. Ecco perché è così importante per lei consultare regolarmente un medico per rivedere il suo stato di salute ".