Quando è il momento giusto per parlare di sesso ai bambini?

0
276
Quando è il momento giusto per parlare di sesso ai ashx
Quando è il momento giusto per parlare di sesso ai ashx

Il discorso.

È una conversazione che i genitori a volte temono. Quanto dovresti dire ai tuoi figli sul sesso? Cos'è "troppo" per loro da gestire?

In qualità di ostetrica e ginecologa, DaCarla M. Albright, MD, medico presso, ha avuto queste conversazioni con molti genitori. Ogni bambino è diverso, quindi non c'è un unico "modo giusto" per educarlo, dice. Ma ha qualche intuizione per i genitori che non sono abbastanza sicuri di come gestire "The Talk".

D: Hai una figlia adolescente. Quando hai iniziato a parlarle di sesso?

DaCarla M. Albright, MD: Adesso ha 13 anni, ma ho iniziato a parlarle quando aveva quasi nove anni. In parte è perché sono ostetrica / ginecologica: aveva sentito parlare molto di gravidanza, quindi era curiosa. E non avrei potuto superare quell'età senza avere una franca discussione con lei.

D: Quindi otto o nove anni sono l'età giusta per parlare di sesso ai bambini?

Dottor Albright: Dipende dai genitori, ma questo è un momento molto tipico. Una volta che un bambino cresce e si avvicina alla pubertà, inizierà a essere educato, per lo più erroneamente, dai suoi coetanei. Oppure raccoglieranno informazioni da Internet, da fonti che non sono sempre affidabili.

Spetta davvero ai genitori guidare la conversazione e controllarla prima che il bambino riceva informazioni sbagliate.

D: Perché pensi che ci sia così tanta disinformazione in giro?

Dottor Albright: Viviamo in una società in cui nel complesso non è così comodo parlare del corpo e delle differenze tra uomini e donne. Abbiamo problemi a nominare solo le parti del corpo: le persone hanno nomi molto creativi per peni e vagine, invece di etichettarli correttamente.

Quando mia figlia era molto giovane, avevo una forte voglia di dire: “Queste sono le parti del tuo corpo. Non c'è niente di cui vergognarsi. " Mi sono anche assicurato che sapesse che solo alcune persone dovrebbero vedere quelle parti e che dovrebbe dirci se fosse successo qualcos'altro.

D: E se un bambino ancora più piccolo chiedesse del sesso?

Dr. Albright: La curiosità dei bambini spesso inizia quando iniziano a vedere le differenze tra i corpi dei loro genitori o quando vogliono sapere da dove vengono i bambini.

Per un bambino piccolo, puoi dire qualcosa del tipo: "Papà ha qualcosa nel suo corpo chiamato sperma e la mamma ha qualcosa chiamato uovo. Quando si uniscono, fanno un bambino. "

Quando il bambino cresce, potrebbe iniziare a chiedersi come si incontrano effettivamente lo sperma e l'uovo. Se tuo figlio ti chiede, rispondi effettivamente alla domanda. Ma fallo in un modo che sia informativo e fattuale e tieni fuori l'emozione.

Tipo: "Il pene si adatta alla vagina. Lo sperma esce dal pene. Incontra l'uovo. Il bambino è creato. E poi il bambino inizia come una minuscola cellula che poi cresce in un grappolo d'uva. "

D: Quando parli con un bambino che è un po 'più grande, come un giovane adolescente, quali sono alcuni punti chiave da discutere?

Dr. Albright: Cerca di non descrivere il sesso come un frutto proibito. Mi piace spiegare che in un determinato contesto, nella giusta relazione, quel livello di intimità va bene. Deve solo essere scelto con saggezza. È una cosa sana e normale da fare tra due persone consenzienti.

Inoltre, prova a parlare con calma.

D: Quando dovresti parlare della contraccezione e della prevenzione delle infezioni a trasmissione sessuale?

Dr. Albright: Quando spieghi che il sesso è sano e normale nelle giuste circostanze, usalo come punto di diramazione per parlare di sesso sicuro.

Leggi anche: Il suo primo pap test: come aiutare tua figlia a prepararsi

D: Alcune persone pensano che parlare agli adolescenti di sesso sicuro dia loro il permesso di fare sesso. Sei d'accordo?

Dr. Albright: Assolutamente no. Per qualche ragione, molti genitori credono che le informazioni porteranno a comportamenti scorretti. E questo è un errore. Se li istruisci, saranno più informati e potranno valutare o giudicare meglio una situazione.

Ai bambini piace sentire parlare di causa ed effetto, quindi assicurati di enfatizzare le conseguenze di non essere al sicuro. Inoltre, sottolinea che va assolutamente bene parlare di prevenzione delle conseguenze.

Ho detto a mia figlia: "Puoi prendere decisioni prima di essere pronto ad affrontare le conseguenze. Ma se pensi di prendere quelle decisioni, parlami. Preferirei che ne parlassimo, così posso proteggerti nel miglior modo possibile, quindi non ci sono conseguenze negative di quelle decisioni. "

D: Che ne dici di parlare di contraccettivi orali? Qualche consiglio per parlarne con le figlie?

Dr. Albright: Quando ne parlo a mia figlia, mi sento come se le dessi il potere di sapere come funziona il suo corpo.

Spiega a tua figlia che le pillole anticoncezionali non servono solo a prevenire la gravidanza. Possono aiutare con sintomi come crampi, mal di testa o forti emorragie. È importante per lei capire che si tratta di un medicinale con vari usi e non è usato per un solo scopo.

Leggi anche: Le pillole anticoncezionali funzionano quando …?

D: Le mamme dovrebbero parlare con le figlie e i papà parlare con i figli?

Dr. Albright: Dipende davvero dalla relazione del genitore con il bambino. È diverso per ogni famiglia.

Potrebbero esserci giovani donne che non hanno una madre nella loro vita. Se il padre non si sente a suo agio a parlarne, potrebbe aver bisogno di chiedere l'aiuto di un'altra donna nella vita di sua figlia.

Lo stesso vale per le donne che allevano figli senza padre. Non tutte le madri si sentono a proprio agio a parlarne, o non pensano di poterlo fare perché non hanno mai avuto una prospettiva maschile. Quindi, potrebbe essere necessario trasferire la conversazione a un maschio.

Va bene farlo. La cosa più importante è assicurarti che tuo figlio riceva informazioni accurate in un ambiente in cui si sente a proprio agio nel fare domande.

Scarica una guida Richiedi un appuntamento