Riduzione del rischio di CMV

0
136
I segni premonitori della preeclampsia prima e dopo il parto ashx
I segni premonitori della preeclampsia prima e dopo il parto ashx

09 febbraio 2017

Il citomegalovirus (CMV) è una malattia comune, ma la maggior parte delle donne non ne ha mai sentito parlare. Eppure oltre la metà di tutti gli adulti è stata esposta al CMV entro i 40 anni, ma non lo sa perché il virus causa sintomi lievi o assenti. Tuttavia, se sviluppi CMV in gravidanza puoi trasmettere il virus al tuo bambino.

È importante che le donne incinte chiedano al loro ostetrico se hanno domande.

Di seguito sono riportate alcune domande frequenti su CMV. Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito web del CDC.

Cos'è CMV?

Il citomegalovirus (CMV) è un virus che può infettare le persone. Il più delle volte non ci sono sintomi, quindi potresti non sapere di essere infetto. Una volta che sei stato infettato, rimane nel tuo corpo per tutta la vita. Il CMV può essere trasmesso al feto e causare sintomi gravi.

Quali sono i rischi del CMV per la tua gravidanza?

L'infezione da CMV in un neonato può essere associata a sintomi gravi tra cui disabilità intellettiva, perdita dell'udito, perdita della vista e problemi di crescita. Il rischio di trasmettere il CMV al neonato è particolarmente alto se si contrae l'infezione per la prima volta durante la gravidanza. Dell'1% delle donne incinte che contraggono il CMV per la prima volta durante la gravidanza, il 40% dei loro bambini verrà infettato. Le probabilità che un neonato abbia sintomi gravi sono maggiori se è infettato da un'infezione iniziale. Se sei stato infettato da CMV prima della gravidanza e si è riattivato durante la gravidanza, la possibilità che il tuo bambino venga infettato è solo dell'1% circa. La maggior parte dei bambini che vengono infettati a causa di reinfezione o riattivazione non presentano anomalie cliniche.

Come riduci il rischio di contrarre il CMV in gravidanza?

È possibile ridurre le possibilità di contrarre il CMV in gravidanza lavandosi frequentemente le mani, soprattutto dopo il contatto con la saliva o con i pannolini dei bambini piccoli. Si consiglia di lavarsi bene le mani per 1520 secondi. Se lavori in un asilo nido con bambini di età inferiore a 2 anni e mezzo, potresti anche considerare di indossare guanti per cambiare i pannolini. Si raccomanda inoltre di evitare il contatto orale con l'urina e / o la saliva dei bambini piccoli che trascorrono molto tempo in un asilo nido.