un intervento essenziale per curare una recessione gengivale Health Blog La rivista di salute e benessere per tutti

0
43
un intervento essenziale per curare una recessione gengivale Health Blog
un intervento essenziale per curare una recessione gengivale Health Blog

Può richiedere molto impegno per avere denti fantastici. In effetti, molte malattie orali possono colpire i denti. Le gengive possono anche essere colpite da alcune patologie. Molte persone, ad esempio, soffrono di una recessione gengivale.

Le basi sulla recessione gengivale

Il recessione gengivale è un termine medico per una retrazione del tessuto gengivale. Corrisponde a una forma acuta di parodontologia. In realtà, è il peggioramento di un'infezione del parodonto. I batteri infettivi attaccano gradualmente il tessuto osseo. Pertanto, la radice del dente appare e spesso avrà un colore nerastro. Questo è molto antiestetico ed è accompagnato da altri sintomi come l'ipersensibilità dentale o l'alitosi.

È improbabile che le lesioni guariscano. Le gengive infatti non possono rigenerarsi, qualunque sia il trattamento subito. Tuttavia, si consiglia sempre di consultare un dentista esperto, come un parodontologo Antony. Questo professionista suggerirà sicuramente un innesto di gomma. Questo intervento consiste nel coprire la radice nuda. Gli innesti verranno prelevati dal palato. L'intervento verrà eseguito in una clinica odontoiatrica completamente attrezzata. Dura solo pochi minuti e fornisce i mezzi per un sorriso più naturale.

Cosa fare dopo la procedura

in modo che il innesti di gomma può coprire la radice nuda, alcune precauzioni dovrebbero essere prese dopo la procedura. In particolare, sarà fondamentale evitare di mangiare cibi troppo caldi o troppo freddi. Allo stesso modo, il medico prescriverà alcuni farmaci per accelerare la guarigione. Di solito non dovrebbero essere visibili cicatrici antiestetiche. Troviamo subito un bel sorriso. Per ricostruire la gomma, si consiglia inoltre di evitare un'attività fisica faticosa per alcune settimane. Dopo una trentina di giorni, non dobbiamo più restare senza niente.

Per non lasciare nulla al caso, è meglio consultare un parodontologo competente. Possono infatti verificarsi complicazioni, soprattutto quando il paziente è diabetico o soffre di emofilia. L'intervento di un professionista esperto garantisce anche un risultato più naturale. In alcuni casi, il posizionamento di un impianto deve essere seguito da un innesto di gomma. Questo ti permetterà di avere un sorriso luminoso. Tuttavia, è necessaria una consultazione preventiva.