Episodio 31. Spazzola con grandezza

0
172
Episodio Spazzola con grandezza
Episodio Spazzola con grandezza

(trasmesso inizialmente l'11 aprile 1991)
Tra la sua natura stravagante e costante irriverenza, lo spettacolo ha sempre avuto alcune correnti negative sotto la sua superficie, una delle più grandi è stata la tranquilla tragedia di Marge Simpson. Da quello che abbiamo visto nei flashback ai giorni nostri, è acuta, ha talento, ha un grande potenziale, ma è diventata perfettamente a suo agio nel suo ruolo di casalinga in un buffone scimmiesco. Negli episodi in cui si presenta l'opportunità di fare qualcosa di più con la sua vita, rimane sempre titubante (nelle sue parole, "Mi sono scavato in una piccola carreggiata felice qui e non ho intenzione di tirarmene fuori.") Questo è il primo episodio che tratta di Marge come qualcosa di più della semplice moglie di Homer, ma dei suoi sentimenti per il mondo e delle sue capacità.
Partiamo in qualche modo non correlati, con un appello non così sottile di Krusty the Klown per visitare il parco acquatico Mt. Splashmore. Funziona per Bart e Lisa, e la famiglia finisce, ma la visita ha una fine disastrosa quando Homer finisce alloggiato in un tubo scorrevole e finisce per essere sollevato come una balena spiaggiata. Questo imbarazzo pubblico è abbastanza grande da permeare il senso di vergogna di Omero e giura di perdere peso. Scavando nella soffitta per le vecchie attrezzature sportive, si imbatte nei vecchi dipinti di Ringge Starr di Marge, che mettono in moto la nostra altra trama per riaccendere le tendenze artistiche di Marge. Si iscrive a un corso di pittura tenuto dal professor Lombardo (un'altra meravigliosa voce di Jon Lovitz), un eccentrico che deve aggiungere qualsiasi commento potenzialmente negativo con un complimento (sentendo parlare dei disprezzo dell'ex insegnante di arte di Marge, ribatte, “L'uomo era uno sciocco! Ma bisogna ancora ammirare la forza della sua convinzione. ”)
Dopo aver vinto il primo premio in una mostra d'arte locale, Marge viene poi sellato con un compito quasi impossibile: un pezzo appena commissionato per presentare Mr. Burns in una luce positiva. La sua auto-osservata capacità di vedere la bellezza interiore in ognuno è messa alla prova dai suoi insolenti vecchi ciarpame, fino a quando non le spezza quasi il morale. Ma attraverso le sollecitazioni di suo marito e una risposta tardiva dello stesso Ringo Starr, riesce a cavarsela, presentando un audace dipinto di Mr. Burns nel vecchio buff rugoso. La scena finale alla mostra d'arte potrebbe essere uno dei miei preferiti dell'intera serie, in quanto mostra la capacità della serie di utilizzare il valore di shock per uno scopo più elevato: la spiegazione di Marge del suo pezzo, di come, nonostante la mente malvagia di Burns, sia di un corpo fragile come il resto di noi, è abbastanza profondo e concettuale e fedele al suo carattere. La sua versione di punizione finisce per essere un grande successo; anche Burns è impressionato (con la linea eccezionale, "Non sono un critico d'arte, ma so cosa odio. E non lo odio"), anche se lei ha preso in giro i suoi genitali. Marge può essere per sempre una casalinga, ma la sua vita ha le sue piccole vittorie.
Bocconcini e citazioni
– L'inaugurazione dello spettacolo Krusty è una grande beffa della promozione incrociata: Krusty filma il suo spettacolo al Monte. Splashmore così i bambini vorranno andare, inchiodati ancora di più con il suo singalong: “Voglio andare sul monte. Splashmore, prendimi, prendimi, prendimi, prendimi ora! Adesso! Adesso! Adesso! Adesso! Adesso! Mt. Splashmore, portami lì proprio ora! ”
– Homer viene mostrato molto più grottescamente obeso del normale, il che ha senso impostare la dieta in un secondo momento, ma è abbastanza inquietante vederlo camminare in topless, specialmente con l'abbronzatura del contadino dai colori sbagliati.
– Adoro l'omaggio a M.C. Escher con la linea infinita. Adoro anche quanto sfacciato Homer stia raggiungendo la linea: dove Bart e Lisa hanno escogitato un piano astuto usando l'angolazione del "bambino che piange", Homer esclama semplicemente "Al diavolo!" E si fa strada.
– Homer rimanere bloccato nel tubo è un umorismo abbastanza facile, ma è divertente fino in fondo, a cominciare dal disegno esilarante di lui che scivola giù con la grande recitazione di Castellereta di Homer che lo urla. Diamo un'occhiata alla sala di controllo di Splashmore, che a quanto pare può rilevare se c'è un blocco in uno dei loro tubi in qualche modo. Credendo che il grande blocco non possa essere umano, suggeriscono di mandare giù alcuni bambini per liberarsene. Il tiro dal punto di vista dei bambini di scivolare giù per il tubo e, infine, verso un Omero urlante è spettacolare. Infine, vediamo il segmento di tubo sollevato in aria, con un fantastico disegno di un omero stanco, accompagnato da un forte fischio. Un punto basso per Homer, ma un punto alto per me come spettatore, che mi ride a crepapelle.
– Le critiche a Marge da parte della sua insegnante di arte spessa sono così meravigliosamente spaventose: “Qualcuno avrebbe potuto usare questa tela per creare un capolavoro. Invece, lo hai sporco per sempre. "Quindi continua a lodare un dipinto di un pagliaccio triste. Filisteo.
– Il piccolo fotomontaggio di Homer che si esercita mentre Marge dipinge musica rocky-esque è fantastico; il disegno di un Omero ghignante che riesce a dare vita alla barra ora senza peso è così grande.
– Adoro gli altri due finalisti nel concorso artistico: cani che giocano a biliardo e un triste unicorno che si affaccia su fumaioli inquinanti pensando "Perché?" Il giudice dà a Marge il nastro, con un affermativo "Sì", come se non fosse concorso.
– Ci sono molte grandi linee Burns qui; il mio preferito è quando entra in uno dei suoi monologhi classici: "Ancora una volta la ruota ha girato e Dame Fortune ha abbracciato Montgomery Burns nel suo seno dolce e profumato."
– Nonostante il comportamento da bastardo di Burns da seguire, non si può fare a meno di provare simpatia per il modo in cui implora l'aiuto di Marge: “Questa commissione e tutta la sua gloria possono essere tue, ma prima devi guardarmi negli occhi e rispondi a una semplice domanda: puoi rendermi bella? ”
– Questo spettacolo continua a diventare più stratificato nel tempo; mostrare a Ringo una risposta meticolosa a ogni fan mail che ha ricevuto è ancora più divertente grazie al suo famoso annuncio, qualche anno fa, che non firmerà più autografi. Pace e amore, pace e amore!

Come questo:

Mi piace Caricamento in corso …