Circuiti da 110 volt contro 220 volt

0
2394
Circuiti da volt contro volt
Circuiti da volt contro volt

Quando si confrontano 110 volt con circuiti a 220 volt, è necessario tenere presente che entrambi essenzialmente fanno la stessa cosa. Cioè, portano la tensione per alimentare le prese elettriche. L'equazione è la seguente: Potenza = Tensione x Corrente, con corrente misurata in ampere. Quando si utilizza un cablaggio a 220 V, è necessaria meno corrente rispetto al cablaggio a 110 V. La potenza è misurata in watt. Pertanto, per raggiungere 900 watt di potenza, sarebbero necessari 4,1 ampere con cablaggio 220v, mentre circa 8,2 amp con cablaggio 110v.

Problemi di sicurezza

Mentre sia l'amperaggio elevato che la tensione possono significare un pericolo in caso di scossa elettrica, la quantità di amperaggio necessaria per una scossa mortale può essere di appena 80 mA. Quindi, poiché il corpo umano ha a resistenza costante, tensione più alta si intende corrente più alta e quindi ha un potenziale superiore uccidere. Quindi, anche se è vero che 220v richiede meno corrente per fornire la stessa quantità di energia, come notato sopra, può comunque trasportare molta più corrente e comporta un rischio maggiore di lesioni gravi.

Le case negli Stati Uniti sono cablate per l'uso sia a 110v che a 220v. Le prese di corrente normali presenti in tutta la casa sono cablate a 110v, mentre solo poche prese sono collegate a 220v. Entrambi sono radicati; quindi, hanno caratteristiche di sicurezza integrate. Tuttavia, è necessario prestare attenzione soprattutto quando si collega 220v.

Usi 110v contro usi 220v

Mentre la maggior parte dei beni di consumo, compresa l'elettronica portatile e la maggior parte degli apparecchi, funzionano a 110 V, alcuni richiedono 220 V. Apparecchi come essiccatori, determinate gamme di forni, elettroutensili fissi per servizio pesante e compressori fissi richiedono probabilmente una fonte di alimentazione a 220 V.

Cablaggio di base di entrambi

Un tipico schema di cablaggio a 110 V richiede tre diversi fili: caldo, neutro e terra. Con il cablaggio 220v, sono possibili sia configurazioni a tre che a quattro fili. I fili rosso e nero nei circuiti a 220 V trasportano 220 volt l'uno rispetto all'altro, ma 110v in relazione al neutro, che è il filo bianco in un cavo a quattro fili, lasciando il filo di rame verde o nudo per la messa a terra del circuito. In ogni circuito con un filo bianco presente, il filo bianco è sempre neutro.

Quando il cablaggio è completo, anche le rispettive prese per alimentazione 110v e 220v sono diverse. Le prese standard da 110 V sono realizzate per spine a due o tre poli, l'apertura semicircolare che accoglie il polo a terra mentre le altre due sono di dimensioni diverse essendo polarizzate, quindi è possibile inserire un solo modo per inserire la spina. Con prese da 220 V, ci sono tre o quattro fori per presa. Tre aperture indicano che i 110 volt non sono disponibili in quel circuito.

Quando si esegue il cablaggio per apparecchi a 220 V o utensili fissi in casa, è necessario scoprire la classificazione corrente che sarà richiesta e utilizzare l'interruttore di dimensioni appropriate per collegarlo al pannello principale. Le dimensioni e il tipo di cavo saranno anche determinati dalla quantità di corrente che verrà assorbita dal carico. Dovrai assicurarti di non utilizzare un filo di calibro troppo piccolo per la potenza necessaria. A volte è meglio in caso di dubbio rivolgersi a un elettricista certificato per i requisiti del proprio codice elettrico locale. Un cablaggio di dimensioni errate potrebbe causare un incendio della casa a causa del calore generato in un conduttore troppo piccolo.

Inizialmente, discutere della differenza tra 110 V e 220 V può sembrare complicato, ma ricorda che sono in realtà due facce della stessa medaglia. Fornire alimentazione a una presa è lo scopo di entrambi, la differenza principale è che alcuni apparecchi e strumenti che vengono collegati a quelle prese richiedono più energia per funzionare. Con i requisiti di alimentazione di ogni casa, 220 volt forniscono un modo per ridurre della metà il consumo energetico, rendendo molto più efficiente e conveniente il funzionamento di grandi elettrodomestici e attrezzature.