Montaggio di nuove grondaie

Montaggio di nuove grondaie
Montaggio di nuove grondaie

Esistono tuttavia adattatori per il collegamento di grondaie in plastica a sezione semicircolare a cornicioni di sezioni metalliche.

La plastica, fissata con dispositivi di fissaggio a molla o altri semplici dispositivi di fissaggio, è il materiale più semplice da utilizzare se è necessario sostituire l’intero sistema di grondaie. I produttori forniscono istruzioni dettagliate per il loro assemblaggio. Non utilizzare componenti di produttori diversi.

Di solito le grondaie in plastica sono dotate di guarnizioni in neoprene per garantire connessioni impermeabili.

Le grondaie in ghisa sono sigillate con una miscela di mastice e zinco o con un bitume appropriato. Applicare un dispositivo di cromo zinco all’interno delle grondaie in ghisa e quindi una mano di finitura con vernice bituminosa.

Le grondaie in fibrocemento sono dotate di una tenuta automatica su un lato della connessione. Le connessioni delle grondaie in acciaio stampato sono sigillate nello stesso modo di quelle in ghisa, ma esiste una miscela speciale per grondaie in acciaio con finitura smaltata smaltata.

Nel caso di un nuovo edificio o di un ampliamento, la dimensione e la quantità dei tubi di caduta da montare dipendono dalla superficie totale del tetto (calcolata in base alla sua proiezione orizzontale).

Come linea guida, si può presumere che ogni 10 m di superficie del tetto richiedono l’uso di un tubo di scarico con una sezione di circa 7 cm. Tuttavia, è conveniente in questa materia consultare il regolamento generale delle condutture idriche e fognarie.

Per sostituire un drenaggio rigido, due delle sue sezioni devono essere scollegate.

Le giunzioni dei tubi di caduta dell’acqua piovana possono aprire crepe se l’acqua si concentra e congela in una connessione scarsa o se le articolazioni si arrugginiscono, aumentando di volume, fino a quando il metallo non scoppia.

Per evitare che ciò accada, dipingere i giunti che sono aperti e calafatare con stucco e zarcão o con un bitume appropriato. Nei tubi in cui le unghie si staccano dal muro, sollevare le orecchie del tubo, sostituire il piombo o il blocco di legno e predicare.

Alcuni tubi richiedono distanziatori di piombo o legno, lunghi circa 12 mm, tra le orecchie e il muro.

Consultare un professionista se la rete fognaria necessita di riparazioni importanti. Per serrare gli ancoraggi sciolti o allentati di questi tubi, rimuovere i chiodi e sostituire i tappi, come per i tubi dell’acqua piovana.

Per studiare il drenaggio, aprire i fori di prova a circa 1 metro di profondità in punti ben distanziati. Copriteli ed esaminateli dopo un temporale torrenziale.

Se il terreno è ben drenato, l’acqua scompare rapidamente; se il drenaggio è scarso, l’acqua sarà trattenuta per diversi giorni o addirittura settimane.

Riempirlo con ghiaia a circa 30 cm sotto la superficie e poi con uno strato di terra in superficie. Calpestare la ghiaia per evitare che si verifichino sconti.

Nei terreni umidi in cui l’acqua viene trattenuta per diversi giorni alla volta, è necessario un sistema di drenaggio del tipo utilizzato negli allevamenti, utilizzando gres non smaltato o scandole di cemento poste leggermente divaricate l’una dall’altra. Ci sono anche spessori di cemento adatti per gli scarichi.

Avvolgere i tubi di scarico con ghiaia o ghiaia o con una miscela di ghiaia e pietra, mattoni, cemento, ecc. Metti uno strato di ghiaia e infine riempi la fossa di terra.

Posizionare i tubi (scarichi) con una pendenza minima dell’1%, cioè 1 cm in ogni metro, indirizzandoli in un pozzo.