Cucine e utensili professionali: come scegliere il tritacarne

0
59
Tritacarne professionale
Tritacarne professionale

Nel novero degli utensili indispensabili in cucina, il tritacarne è un alleato davvero prezioso per chi è abituato a preparare e a mangiare la carne macinata. Le opzioni sul mercato sono molteplici, e la prima decisione che si deve prendere è quella tra un modello elettrico e uno manuale. Prima di tutto, però, conviene sapere come è fatto un tritacarne professionale e quali sono le componenti da cui esso è formato. Il corpo centrale di questo strumento, per esempio, include una camera cilindrica che permette di tritare gli alimenti. Di forma orizzontale, essa è contraddistinta da due aperture: attraverso quella superiore vengono introdotti gli alimenti, che poi escono dal foro in basso.

Come funziona un tritacarne

Una volta che la carne viene inserita all’interno del tritacarne, essa procede in direzione di una piastra forata, verso la quale è spinta per effetto dell’azione di un’elica. Tra la piastra e l’elica è presente una lama affilata che macina la carne e la riduce in dimensioni tali da permetterle di attraversare i buchi della piastra. I fori della piastra possono essere di diverse dimensioni, a seconda della finitura che si desidera per la carne.

La semplicità di pulizia

Uno degli aspetti più importanti di cui si deve tenere conto in previsione dell’acquisto di un tritacarne è senza dubbio la facilità con la quale lo si potrà pulire. È essenziale, infatti, che tutte le componenti che formano questo dispositivo devono poter essere lavate senza difficoltà. Inoltre, è importante che il cavo elettrico sia avvolgibile, in modo che lo spazio di ingombro risulti limitato. Tra gli accessori ci sono, poi, le sacche per la realizzazione delle polpette e delle salsicce, ma anche i rulli per grattugiare il formaggio e per macinare il pane. A seconda dei modelli si può avere a che fare con accessori che consentono non solo di macinare la carne, ma anche di tritare gli ortaggi, di spremere la frutta o di preparare i biscotti.

Meglio i tritacarne manuali o quelli elettrici?

Esplorando le varie proposte a disposizione sul mercato ci si può imbattere sia in tritacarne elettrici che in modelli manuali. Questi ultimi permettono di azionare l’elica per mezzo di una manovella che deve essere girata a mano. Non si fa alcuna fatica, invece, nel caso di un tritacarne elettrico, che opera in modo del tutto automatico: l’elica viene mossa grazie a un motorino elettrico che si trova all’interno, il quale può essere azionato con un tasto. Ovviamente la potenza del motore incide sulla velocità di azione e sulla quantità di prodotto che può essere macinata in un certo lasso di tempo.

I tritacarne in acciaio

La piastra forata con la quale la carne viene tritata è sempre realizzata in acciaio. Nella maggior parte dei casi si tratta di acciaio inox, un materiale che assicura una longevità ottimale e che ha il pregio di non arrugginirsi. Esso può essere posto in lavastoviglie, anche se vari produttori consigliano comunque di privilegiare il lavaggio a mano. Maggiore è il numero di componenti in acciaio inox che si trovano nel tritacarne e più elevato sarà il suo peso. In alternative le piastre possono essere realizzate anche in acciaio al carbonio: in questo caso il loro peso è inferiore, anche se la durata nel tempo è minore.

I tritacarne nel catalogo di Ristodesk

Se si è alla ricerca di tritacarne da acquistare online si può fare riferimento al catalogo di Ristodesk, marchio leader nel campo delle attrezzature per la ristorazione. Il suo assortimento include macchine alimentari, complementi di arredo e dispositivi per le cucine delle case private, ma anche per i bar, per le pizzerie, per i pub, per gli alberghi, per i panifici, per le gelaterie, per le pasticcerie, per i ristoranti, per le macellerie, per i supermarket e per le attività non food. A disposizione dei clienti c’è un eccellente servizio di assistenza e post-vendita.