Insalate e ricette: piatti veloci e gustosi per il periodo estivo

0
89
Insalate
Insalate

Se c’è una stagione dell’anno ideale per la preparazione delle insalate, questa è senza dubbio l’estate: ne abbiamo parlato con lo staff di Pianeta Donne, che ci ha fornito numerosi consigli in merito. Cliccando qui è possibile accedere al sito per trovare numerose ricette facili da replicare, dagli antipasti fino ai dolci.

Pregi e i difetti delle insalate

Il principale vantaggio è rappresentato dal valore nutrizionale, visto che nella maggior parte dei casi esse si preparano con ortaggi e verdure: alimenti che forniscono un considerevole apporto di fibre e che, per questo, contribuiscono a saziare. Certo, non bisogna pensare che solo le verdure siano sufficienti per avere a disposizione l’energia necessaria ad affrontare un intero pomeriggio di lavoro; occorrono anche i grassi, le proteine e i carboidrati, ovviamente ben dosati. C’è da tener presente, inoltre, che alcuni ingredienti dovrebbero essere preparati e tagliati all’ultimo momento: è il caso dei finocchi, dei funghi e delle carote. Riescono a resistere di più, invece, il sedano e il pomodoro, sempre che siano tenuti al fresco. Ovviamente non ci sono problemi per gli ortaggi alla griglia o comunque cotti.

Qual è la prima insalata che ci consigliate?

Il nostro primo suggerimento è quello di mettere insieme la frutta con la verdura: d’altra parte, se si sposano alla perfezione il melone e il prosciutto crudo, perché non tentare altri abbinamenti insoliti? Lo stesso melone può essere accompagnato dalla zucchina novella o dal cetriolo: in entrambi i casi gli ortaggi vanno affettati con l’aiuto di una mandolina, così che il loro gusto possa mantenersi fresco. Per il condimento, va bene del prezzemolo tritato: questa insalata può essere gustata a merenda, come antipasto o addirittura al posto del dessert.

I legumi sono apprezzati per le insalate?

Sì: per esempio in estate si potrebbe preparare un’insalata con i ceci fredda. E non c’è neppure bisogno di preoccuparsi di lasciare i ceci freschi in ammollo e poi di cuocerli, visto che quelli in scatola che si trovano al supermercato sono già lessati e pronti per essere consumati. Come abbinarli? Per esempio con delle fette di cipolla rossa cruda, dei filetti di peperoni gialli, degli spicchi di pomodorini e un po’ di lattuga. È chiaro che occorre sempre prestare attenzione alle proprie esigenze: non tutti, per esempio, riescono a digerire la cipolla e il peperone, che sono vegetali molto aromatici.

E con i funghi quale insalata si può realizzare?

I funghi si abbinano con la lattuga e con i semi di girasole: il consiglio è di optare per gli champignon, che ovviamente dovranno essere stati puliti con la massima attenzione. I funghi possono essere gustati anche a crudo, se se ne apprezza il sapore. Per arricchire il piatto vanno bene sia delle rondelle di carote che dei pomodorini a fette: come si può notare, in bocca si avrà a che fare con consistenze differenti che si tradurranno in un’esplosione di sapori. Il consiglio è di consumare questa insalata subito dopo averla preparata.

Non è detto, comunque, che le insalate estive debbano per forza essere vegetariane

Certo: la carne bianca è un ottimo ingrediente, per esempio. Ecco che delle strisce di petto di tacchino o di pollo cotto alla piastra possono essere mescolate con dei cubetti di mango, delle fette di cetriolo e delle foglie di lattuga. Si condisce con un pizzico di sale, una manciata di pepe e dell’olio extra vergine di oliva a crudo. Per un piatto ancora più ricco si possono aggiungere dei filetti di peperone, sia a crudo che cotti sulla griglia.

Qual è l’ultimo suggerimento per chi ha voglia di un’insalata estiva?

Una pietanza vegana, basata soprattutto sui legumi: una grande ciotola con i fagioli azuki, i fagioli bianchi, i fagioli rossi, i ceci, un po’ di sedano tagliato a fette sottili e delle foglie di prezzemolo tritato. Per condire basta dell’olio di oliva. Come si è detto per i ceci, anche in questo caso i fagioli possono essere comprati già pronti. Se si acquistano freschi e si cuociono in casa, conviene tenere da parte due o tre cucchiai di acqua di cottura per emulsionare l’olio. Proteine e fibre sono i punti di forza di questa insalata.