Giardinaggio

Ciclamino: Guida alle Specie

Ciclamino Guida alle Specie

Pensate al ciclamino e ci sono buone probabilità che venga subito in mente il giorno della mamma, il che è un peccato. Ora non fraintendetemi, non c’è niente di sbagliato con le madri o di avere un giorno per loro, ma sembra un po ‘sfortunato quando piante così belle, adattabili e utili diventano così commercializzate che c’è difficoltà a sfuggire a quell’associazione. Ma nessuna pianta così bella come il ciclamino selvaggio può rimanere così ben confezionato e presentato come le sue forme coltivate possono averlo. I giardinieri sono sempre disposti a sperimentare, ad usare all’aperto quelle che potrebbero essere considerate piante da appartamento e cercare specie meno diffuse ma più resistenti per i loro giardini. Una volta pensato che consistesse di molte specie, il genere Ciclamino è ora considerato includere solo 19 specie, alcuni dei quali comprendono sottospecie e forme precedentemente considerate distinte. Legati alle primule, formano alcuni grandi tuberi o numerosi piccoli, che si diffondono presto per coprire un’area considerevole, se felici. Si trovano naturalmente nell’Europa meridionale, nella vicina Asia occidentale e nelle parti più umide del Nord Africa con una specie somala, e come in molti bulbi, tuberi e tuberi dell’Asia occidentale, alcune specie sono ora rare in natura perché sono finite -collected dai raccoglitori e dagli appassionati di bulbi commerciali. I ciclamini sono generalmente più a loro agio in condizioni abbastanza asciutte, in parte ombreggiate, ben drenate come quelle che si possono trovare in un giardino roccioso. Sebbene la rusticità vari con la specie, se piantata in siti ben scelti, tutti possono essere coltivati nei giardini costieri della Nuova Zelanda e molti possono essere coltivati anche nell’entroterra. Mentre l’esatto tempo di fioritura varia con la specie, in estate nessuno è in grado di svilupparsi, mentre i mesi più freddi da marzo a ottobre sono la stagione principale.

Specie Comuni

Il ciclamino più conosciuto è Ciclamino persiano, che è coltivato in modo così ampio come pianta da interno o da regalo che di solito è conosciuto come il ciclamino del fiorista. Questa specie, o meglio le innumerevoli cultivar o probabilmente ibridi derivati da esso, è originaria del Mediterraneo orientale, della Libia e delle isole di Rodi e Creta. La vera specie, a volte vista ma spesso difficile da differenziare dalle forme coltivate, ha foglie verde scuro pesantemente marmorizzate con grigio argento e i suoi fiori profumati, che hanno petali riflessi lunghi fino a 3 cm, possono essere bianchi, malva o qualsiasi tonalità di rosa da pallido a cerise. Questa naturale variabilità e la facilità con cui si adatta alla cultura del vasino ha reso la pianta ciò che è oggi – un favorito universale. Il ciclamino persiano è così noto che è di moda considerarlo troppo comune e guardare piuttosto meno diffuso specie. Tuttavia, tutto ciò che è popolare diventa così per una ragione e non devi cercare i segreti per il successo del ciclamino del fiorista. Ha fogliame rigoglioso, masse di bellissimi fiori in una vasta gamma di colori e stili, fiorisce da autunno a primavera e può essere coltivata all’interno o all’aperto in climi miti. Che altro potresti desiderare? Beh, forse potresti desiderare maggiore resistenza al gelo, più fiori con meno fogliame, maggiore tolleranza al sole e il tipo di statura minuscola che rende così attraenti le più belle rocce e piante alpine. Ed è qui che brillano le tre specie che si trovano nella lista dei ciclamini più coltivati, caratteristiche che non si perdono nei giardinieri ai quali cerchiamo spesso una guida, i britannici. I ciclamini sono sempre stati popolari in Gran Bretagna, ma Ciclamino persiano riesce raramente all’aperto nel clima britannico. Di conseguenza altre specie sono state ricercate e sviluppate come piante da giardino. Il primo di questi era il Ciclamino delle Alpi locale, dell’Europa centrale e orientale, che nella sua forma comune era precedentemente noto come Ciclamino europeo. Questa piccola specie ha foglie di marmo, arrotondate a foglie di edera e fiori rosa intenso che si aprono a fine estate. Pur essendo ancora popolare nei giardini britannici ed europei, Ciclamino delle Alpi non è comunemente conosciuto qui, sebbene il suo stile di crescita abbia aperto la strada alla coltivazione di tre specie: Ciclamino di bosco, Ciclamino napoletano e Ciclamino primaverile.

Ciclamino dei Boschi

Indubbiamente la mia preferita, questa piccola pianta dura è stata trovata dalla Bulgaria e dal Caucaso nelle regioni settentrionali della Siria e dell’Iran e può estendersi verso sud in Israele. Le foglie scure sono piccole, di solito larghe da 25 a 50 mm, e sono fortemente marmorizzate, con parti inferiori rossastre. Anche i fiori sono piccoli e possono essere bianchi, rosa pallido o tendenti al magenta. Si aprono dall’inizio dell’inverno e continuano senza sosta fino a primavera. I fiori sono notevolmente resistenti al gelo e, anche se possono sembrare molto scoraggiati quando sono congelati, si ravvivano immediatamente allo scongelamento. Questa è una pianta formidabile per giardini rocciosi o abbeveratoi alpini ed è a casa al sole o all’ombra parziale.

Ciclamino Napoletano

Precedentemente noto come Ciclamino napoletano e ancora ampiamente venduto con questo nome, il fogliame dalle foglie simili a edera di questo nativo dell’Europa meridionale e della Turchia muore in primavera e non riappare fino a quando la pianta non ha iniziato a fiorire verso la fine dell’estate. I piccoli fiori si presentano in una vasta gamma di sfumature e quando vengono spesi, i loro steli iniziano a serpeggiare come molle e si rivolgono verso il basso al suolo mentre si sviluppano le capsule dei semi.

Ciclamino Primaverile

Questa specie si trova dal sud della Francia alla Grecia e ha foglie grandi e lobate di colore verde scuro con chiazze e chiazze di grigio argento. Considerando il suo fogliame lussureggiante, l’abito fiorito primaverile e la patria mediterranea, è sorprendentemente gelido. I suoi fiori sono piacevolmente profumati, hanno petali lunghi fino a 20 mm e si presentano in bianco e tutte le sfumature dal rosa al rosso chiaro.  Tuttavia, i collezionisti e gli appassionati, essendo ciò che sono, hanno importato altre specie che a volte potresti avere il piacere di vedere.

Rarità

Con così poche specie nel genere sono riluttante a dire che nessuno di loro non è coltivato. In effetti, è molto probabile che siano tutti nei giardini – da qualche parte – in una forma o nell’altra. Ma mentre ho imparato a non dire mai mai quando si tratta di affermare ciò che si trova nei nostri giardini, devo ancora vedere la specie somala, Cyclamen somalense. Un’altra specie esclusivamente africana, il Cyclamen africanum, dall’Algeria è anche molto rara . Ha foglie con bordi dentellati piuttosto lucidi e larghi fino a 10 cm e i suoi fiori da 25 mm, che sono rosa intenso e aperti in autunno, hanno il profumo delle viole. E ‘in qualche modo simile al Cyclamen napoletano e insieme al ciclamino ciliatum dal fiore bianco al rosa intenso è di solito il primo ciclamino a iniziare a fiorire a fine estate o all’inizio dell’autunno. Anche dall’Africa, il Cyclamen rohlfsianum libico ha un colore verde brillante argentato foglie con una copertura di sottili capelli rosati quando giovani. I suoi fiori rosa acceso si aprono in autunno e sono spesso profumati. Non ama l’inverno bagnato ed è meglio coltivato in vaso con l’aggiunta di alcuni frammenti di calcare. Le specie del Mediterraneo orientale: Cyclamen creticum, proveniente da Creta; Cyclamen cyprium, da Cipro; Cyclamen graecum, dalla Grecia, isole dell’Egeo e Turchia meridionale; e Cyclamen libanoticum, dalla Siria e dal Libano, sono tutti da vedere localmente, anche se nessuno è comune. Tuttavia, poiché queste specie stanno diventando sempre più rare in natura e vivono in aree minacciate dai predatori più perniciosi, i turisti, dovremmo fare la nostra parte per garantire la loro sopravvivenza rendendoli più ampiamente disponibili. Sono, in le principali, delicate piante con foglie piccole e fiori rosa. Cyclamen graecum ha alcune delle foglie più belle del genere. Oltre alle solite chiazze grigio-argento, le sue foglie hanno venature verde chiaro, gialle e denti rossastri.

Coltivazione

Come accennato in precedenza, il ciclamino generalmente preferisce ombra parziale, terreno molto ben drenato, un po ‘asciutto e condizioni fresche. Crescono in terreni rocciosi leggermente ombreggiati, crescono allegramente nelle fessure tra le rocce e si adattano bene anche alla coltivazione dei contenitori, specialmente nelle valli alpine. La maggior parte delle specie preferisce condizioni da neutre a leggermente alcaline. L’aggiunta di alcuni frammenti di calcare al terreno favorisce il drenaggio e mantiene il pH a posto. Ciò detto, specie dure come il Ciclamino Napoletano si adattano bene ad essere coltivate con piante di terreno acido come ericas e rododendri nani, quindi non abbiate paura di esperimento.Mentre alcune specie, come Cyclamen libanoticum, preferiscono che i loro tuberi siano al di sotto della superficie, nella maggior parte dei casi la parte superiore del tubero dovrebbe trovarsi sopra o sopra la superficie del suolo. Questo aiuta a mantenere i tuberi asciutti in inverno e assicura che la corona di steli di fiori e foglie non marcisca a livello del suolo. I tuberi del ciclamino in vaso chiuso devono essere mantenuti asciutti – annaffiare la superficie del terreno, non il tubero – e anche in questo caso solo quando si è asciugato. I ciclamini non sono alimentatori pesanti. L’alimentazione regolare con lievi fertilizzanti liquidi manterrà bene il ciclamino di casa, mentre una leggera applicazione di fertilizzante generale durante la stagione estiva è sufficiente a garantire che le piante all’aperto continuino a prosperare. Gli insetti e le malattie sono rari nelle piante sane e quando sono presenti sono di solito un segno di cattive condizioni di crescita. Mentre lumache e lumache possono attaccare i ciclamini all’aperto, dovrebbero altrimenti essere esenti da parassiti. Se i ciclamini all’interno mostrano segni di botrytis, muffa di altre muffe molli, le condizioni del terreno sono probabilmente troppo umide. Se si presentano insetticidi e cocciniglie possono indicare bassa umidità o diffondersi da altre piante che sono state infestate.

Diffusione

La maggior parte dei ciclamini viene acquistata nei vivai come piante per contenitori pronte destinate, nel caso di ciclamino persiano, per la coltivazione in ambienti chiusi, o altrimenti per la piantagione. Man mano che crescono e i loro tuberi si moltiplicano, possono essere sollevati e tuffati quando dormienti. Questo lento e costante metodo di propagazione garantisce una continuità di crescita, ma se hai bisogno di accelerare la tua riproduzione ciclamino, considera la propagazione delle piante da seme. Mentre alcune delle forme fantasia-fogliate devono essere propagate vegetativamente per mantenere le loro caratteristiche, la maggior parte delle cultivar ciclamen si riproducono ragionevolmente fedele al tipo da seme e la specie certamente lo fa.Uscire dai semi è abbastanza semplice, anche se potrebbe essere necessario attendere un po ‘di tempo prima compaiono i primi fiori, in genere da 18 mesi a due anni. Semina il seme a maturazione, solitamente dalla tarda primavera all’inizio dell’estate, in un terreno abbastanza leggero e sabbioso. La temperatura dovrebbe essere fredda, intorno ai 18 ° C, e il seme dovrebbe essere leggermente coperto con terra. Se possibile, la maggior parte dei semi dovrebbe germogliare entro 28-42 giorni. Le piantine possono essere punteggiate in singoli vasi non appena sono abbastanza grandi da poter essere maneggiati facilmente senza danneggiare i loro steli carnosi.