In che modo COVID ha influito sull’industria della bellezza?

Contenuto

Guest post di Samantha Higgins

La pandemia di COVID-19 ha reso molti aspetti della vita molto più difficili. Dal fare la spesa al colore dei capelli, molte persone stanno lottando per funzionare in sicurezza nel mondo pur sentendosi bene con se stesse. Per mantenere un’immagine corporea positiva, è necessario apportare modifiche.

Rischi di contatto fisico

Truccatori, tecnici delle unghie e parrucchieri devono lavorare a stretto contatto con coloro che servono. Semplicemente non c’è modo di gestire il lavoro senza il contatto pelle a pelle. Molti di coloro che hanno bisogno di cura dei capelli, della pelle o delle unghie hanno dovuto farne a meno, ma questo è difficilmente sostenibile.

  In che modo COVID ha influito sull'industria della bellezza?

Per fortuna, coloro che operano nel settore della bellezza sono pienamente consapevoli della necessità di indossare maschere e guanti e potrebbero persino aver bisogno di auto-quarantena dopo una possibile esposizione. Fortunatamente, questi professionisti creativi hanno eccellenti capacità di risoluzione dei problemi. Dopo l’arresto, i modelli di servizio vengono stabiliti e sembrano funzionare.

Mentre il virus avanza nella nostra società, molti nel settore della bellezza sono intrappolati in un gioco di attesa. Le loro competenze sono ancora necessarie, ma il rischio di esposizione è preoccupante per molti dei loro clienti.

Preoccupazioni relative ai viaggi

Molti di coloro che sono maggiormente a rischio di una reazione pericolosa per la vita al virus si stanno rifugiando sul posto. Questa scelta li protegge dall’esposizione, ma rende quasi impossibile un viaggio al salone di bellezza per il loro ciclo di cure standard.

  In che modo COVID ha influito sull'industria della bellezza?

Per i soggetti più a rischio, molti saloni offrono orari prolungati, conferme di pulizia extra e un sistema di sms che consente al cliente successivo di aspettare in macchina invece di essere esposto a stretto contatto con estranei. Mentre il business della bellezza ha sicuramente subito un duro colpo all’inizio del 2020, le indicazioni indicano che il settore sta lentamente tornando e si trova su una traiettoria per la normale attività nel primo trimestre del 2022.

La necessità di funzionare senza maschera

Truccare il viso di qualcun altro richiede ovviamente la rimozione della maschera. Inoltre, i professionisti della cosmetologia hanno difficoltà a mantenere un campo visivo chiaro. L’acqua calda per uno shampoo, l’acqua calda per la cura delle mani e delle unghie e l’umidità nel respiro possono aumentare il rischio di non riuscire a vedere la persona di cui ti stai prendendo cura, soprattutto se lo stilista indossa gli occhiali o sta lavorando una visiera.

  In che modo COVID ha influito sull'industria della bellezza?

Per ridurre l’umidità nell’area di lavoro, possono essere utili strumenti come ventole supplementari e un’impostazione di climatizzazione inferiore. Tuttavia, devono essere considerati anche i rischi di diffusione del virus attraverso i sistemi HVAC, in particolare negli ampi spazi condivisi dei saloni nei centri commerciali e in altre strutture che includono aria condivisa attraverso lo spazio.

Molti professionisti della bellezza potrebbero scoprire che la loro clientela più anziana semplicemente rimanda le cure fino a quando il cliente non si sente più sicuro quando va in giro. Questa mancanza di fiducia nei viaggi sicuri e nel contatto pelle a pelle ha gravemente danneggiato la parte dei servizi dell’industria della bellezza.

Un calo delle vendite di prodotti

Oltre ai rischi del contatto personale e dei viaggi, molti utilizzatori di prodotti di bellezza non escono di casa da tempo, quindi i prodotti di bellezza non si esauriscono. Il calo delle vendite di prodotti è in realtà più della metà in alcune regioni, anche se le tendenze internazionali indicano che c’è stato un aumento degli acquisti di prodotti con l’apertura dei negozi. Un punto curioso è che, mentre gli acquirenti acquistano prodotti di bellezza mentre fanno la spesa ordinaria, molti non tornano nei negozi specializzati nei centri commerciali.

Dermatologi e chirurghi estetici

Per chi necessita di cure dermatologiche si applicheranno i protocolli presenti in tutti gli ambulatori medici. Il paziente in arrivo verrà controllato per la temperatura elevata, tenuto a rispondere a diverse domande sul suo attuale stato di salute, e quindi curato da professionisti mascherati e con guanti.

In che modo COVID ha influito sull'industria della bellezza?

Per chi cerca chirurgia plastica a Miami, trovare una struttura in cui possano sottoporsi alla procedura senza rischiare l’esposizione al COVID-19 è preoccupante. Per i chirurghi che possono eseguire procedure all’interno della struttura, i clienti si sentiranno più sicuri con l’esposizione ridotta. Tuttavia, per i clienti che necessitano di un intervento chirurgico più complesso in una struttura sanitaria più grande, c’è un forte impulso a ritardare la procedura.

La pandemia ha limitato la possibilità di viaggiare, di incontrarsi faccia a faccia e, per molti, di permettersi prodotti e trattamenti di bellezza. Questo settore probabilmente non si riprenderà rapidamente e sia coloro che vendono il prodotto che quelli che offrono prodotti per la cura della pelle continueranno a lottare. È probabile che i pazienti che cercano interventi di chirurgia estetica procedano con le procedure in ufficio.