Gadget e spese di rappresentanza: ecco perché sono convenienti

0
68
Gadget e spese di rappresentanza
Gadget e spese di rappresentanza

Utilizzare i gadget promozionali in una strategia di marketing a basso budget è sempre una buona idea e in questo articolo ti spieghiamo il perché. Devi infatti sapere che i gadget aziendali sono convenienti per almeno tre ragioni: sono indubbiamente economici, sono detraibili e sono deducibili. Sempre in termini di convenienza, inoltre, i gadget aziendali sono una tra le spese più economiche per chi volesse fare un po’ di pubblicità alla propria azienda e, a differenza di alcuni metodi, assicurano sempre un ottimo ritorno.

Perché sono convenienti?

Come anticipato la convenienza dei gadget aziendali è tripla. Si tratta di oggetti di uso comune che hanno un costo davvero basso e che possono essere personalizzati con infinite possibilità. I gadget aziendali rientrano tra le cosiddette spese di rappresentanza definite dal DM 19.11.2008 e sono regolati dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi e dal Decreto IVA. Praticamente questi testi normativi stabiliscono che le spese di rappresentanza sono quelle spese che un’azienda affronta per erogazioni a titolo gratuito di beni e servizi con finalità promozionali e di pubbliche relazioni secondo un criterio di ragionevolezza sugli obiettivi di promozione. Questi devono essere beni o servizi in grado di apportare un beneficio economico reale e potenziale all’azienda. La deducibilità è stabilita in base ai profitti mentre la detraibilità è pari al 100% del costo del bene lordo a patto che il gadget abbia un costo unitario di cinquanta euro massimo e che non appartenga alla stessa categoria merceologica di pertinenza dell’azienda che li adotta.

Perché funzionano?

Perché semplicemente si basano su un concetto sociale inconscio, ovvero quello della riconoscenza. Quando un cliente riceve un omaggio questo si mostra più aperto nei confronti dell’azienda. Lo fa perché sin da piccoli siamo obbligati a ringraziare e a sentirci in debito quando qualcuno ci offre o regala qualcosa. Per queste ragioni nei supermercati ci sono spesso figure che offrono assaggi di prodotti o durante gli eventi ricevi t-shirt, cappellini, magliette e chiavette USB. Tieni presente che i gadget sono oggetti della quotidianità e che diventano un potente veicolo di promozione del tuo brand quando le persone li utilizzano nella loro vita mostrando il tuo logo alle proprie cerchie. A differenza della pubblicità tradizionale, diventata oggi fin troppo invasiva, i gadget sono silenziosi e non importunano i clienti. La loro efficacia è dimostrata se pensi a quante aziende li adottano per ringraziare un cliente fidato o farsi conoscere a nuovi potenziali interessati.

Come sceglierli?

La scelta del miglior gadget deve necessariamente passare attraverso un ragionamento: cosa offro e qual è il senso del gadget? Per esempio se hai una palestra potresti optare per una borraccia o un borsone mentre se hai un negozio di abbigliamento potresti sostituire i sacchetti di plastica alla shopper personalizzata in cotone. Se mostri i tuoi servizi in una fiera o in un convegno penne e blocchi per appunti sono la miglior scelta mentre se sei un’impresa tecnologica puoi riporre le tue speranze in una bella chiavetta USB. Ciò che conta è essere originali e personalizzare con cura l’oggetto, prestando attenzione anche alla qualità del bene omaggiato. Difatti regalare una penna che non funziona non è affatto una buona pubblicità per la tua azienda e, pur scegliendo di risparmiare, dovrai sempre fare in conti con l’affidabilità del rivenditore a cui ti rivolgi. Per questo il nostro consiglio è quello di valutare con cura le proposte e scegliere in funzione del momento o dell’occasione in cui deciderai di inserire i gadget promozionali nella tua strategia di marketing. Se poi volessi iniziare a valutare qualche idea per l’acquisto, i migliori sul campo li trovi su https://www.duelle-promotions.com/