Un cardiofrequenzimetro può aiutare a migliorare i miei allenamenti?

0
1271
Un cardiofrequenzimetro può aiutare a migliorare i miei allenamenti
Un cardiofrequenzimetro può aiutare a migliorare i miei allenamenti

Un cardiofrequenzimetro può aiutare a migliorare i miei allenamenti?

Misurare la frequenza cardiaca è uno dei modi migliori per vedere l'efficacia di un allenamento, in particolare un allenamento cardiovascolare. Un cuore forte è essenziale in quanto può pompare più sangue in tutto il corpo per ogni battito. Pertanto, quando ci alleniamo, miriamo a migliorare la capacità del nostro cuore di pompare più sangue per battito. Come ogni muscolo, il nostro cuore diventa più forte mentre lo esercitiamo.

Ma come facciamo a sapere che stiamo dando al nostro cuore l'esercizio di cui abbiamo bisogno? Misurando la nostra frequenza cardiaca mentre ci alleniamo ovviamente.

L'importanza di aumentare la frequenza cardiaca

Un cardiofrequenzimetro è un ottimo modo per vedere l'efficacia di un allenamento. Mentre esercitiamo il nostro corpo, richiede più ossigeno, che viene fornito dal cuore che pompa il sangue attraverso il nostro sistema cardiovascolare, raccoglie l'ossigeno dai nostri polmoni e lo trasporta in tutto il corpo.

Pertanto, se non stai spingendo la frequenza cardiaca, non stai spingendo il tuo corpo. Non è probabile che tu veda un aumento della forza cardiovascolare né della forza corporea.

Misurare la frequenza cardiaca

Con un cardiofrequenzimetro, dovresti prima scoprire qual è la tua frequenza cardiaca a riposo (o RHR). In poche parole, questa è la frequenza cardiaca nel punto medio della giornata durante il riposo. In media, è tra 60 e 80 per gli uomini e tra 70 e 90 per le donne. Se è superiore a tale intervallo, potrebbe essere un segno di cattiva salute del cuore.

La frequenza cardiaca massima è la quantità massima di battiti al minuto che il tuo cuore può raggiungere. Tuttavia, è poco pratico e poco saggio provare a capirlo al di fuori di un laboratorio di fitness. Una buona stima è quella di sottrarre la tua età dal numero 220. Per un periodo di 30 anni, ad esempio, l'MHR dovrebbe essere di circa 190. Questo non è preciso per l'individuo, ma è stato sviluppato dagli scienziati per abbinare il tasso trovato durante un test di laboratorio.

La frequenza cardiaca di allenamento, la frequenza a cui dovresti mirare, può essere compresa tra il 50% o il 70% della frequenza cardiaca massima. Nella maggior parte dei casi, è consigliabile iniziare dall'estremità inferiore della bilancia e continuare a salire man mano che ci si sente più a proprio agio e competenti con la propria routine di allenamento. Da lì, ti scalderai dopo l'esercizio fino alla frequenza cardiaca di recupero, che non dovrebbe essere molto più di 20 battiti al di sopra della tua normale frequenza cardiaca a riposo.

Perché i cardiofrequenzimetri sono così utili

In sostanza, i cardiofrequenzimetri ti consentono di ottenere il massimo da ogni allenamento. Hai un obiettivo chiaro, un numero che devi raggiungere per assicurarti di fare davvero il lavoro necessario per ottenere i risultati di cui hai bisogno. Se non stai raggiungendo i tuoi obiettivi, allora non riuscire a dare al tuo cuore l'allenamento di cui ha bisogno potrebbe essere il caso. Non puoi nasconderti dal cardiofrequenzimetro, stai raggiungendo la frequenza cardiaca target oppure non lo sei. Semplifica le cose, rendendole anche più misurabili.

Su HealthSPORT utilizziamo in modo specifico i monitor cardiaci My Zone. Con i nostri grandi schermi presso i club Arcata e McKinleyville che mostrano la tua frequenza cardiaca, puoi rimanere al top della tua frequenza cardiaca durante l'intero allenamento in modo conveniente ed efficace.