Realizzare un sito Internet: cosa è importante sapere

0
151
Realizzare un sito Internet
Realizzare un sito Internet

Realizzare un sito Internet può essere un qualcosa di assai interessante: per le aziende, ad esempio, il sito web sa essere utilissimo per costruire un immagine professionale e per ampliare il business, stesso dicasi per un libero professionista, non va inoltre trascurato che vuol aprire un blog per semplice diletto, o magari sperando che un domani possa sfruttare tramite le inserzioni pubblicitarie.

Ma che cosa è necessario per realizzare un sito Internet? Cerchiamo di rispondere in modo preciso.

Proposte molto diverse tra loro: perché?

Spesso chi vuol realizzare un sito Internet fa alcune ricerche in rete, richiede dei preventivi e si trova fortemente disorientato tra proposte così diverse: c’è chi dice di poterne realizzare uno per una manciata di euro e chi, invece, richiede migliaia di euro.

Conoscere bene cos’è tecnicamente necessario per realizzare un sito è fondamentale per non incappare in brutte sorprese, spendendo cifre smodate o comunque assolutamente evitabili.

Cosa occorre per realizzare un sito web a livello tecnico

Per realizzare un sito è necessario anzitutto acquistare il dominio, ovvero sostanzialmente il nome del sito web (per intenderci, www.generazionepost.it è il dominio del nostro portale); nel compiere quest’operazione, ovviamente, bisogna accertarsi con una semplice ricerca del fatto che il dominio sia libero, dunque che non sia già posseduto da qualcun altro, che si tratti di un’azienda o di una persona fisica.

Unitamente a questo è necessario acquistare un servizio hosting, ovvero lo spazio server in cui il sito Internet verrà ospitato.

Queste due operazioni sono in genere strettamente associate l’una all’altra: facendo riferimento a realtà specializzate quali www.tophost.it, infatti, si può contemporaneamente acquistare il dominio e l’hosting relativo.

Il passo successivo, indispensabile per dar vita al sito web, è invece quello di realizzare la struttura tecnica del sito e i relativi contenuti, e da questo punto di vista è indispensabile far ricorso a un CMS.

I CMS sono delle piattaforme che consentono appunto di gestire i contenuti di un sito web, scegliendo anche diverse opzioni di grafica; uno dei CMS più diffusi è senza dubbio WordPress.

Siti web e costi: cosa è utile sottolineare

Considerando che i CMS sono gratuiti, quantomeno nelle loro versioni “base”, i soli costi da prevedere sono quelli relativi a dominio e hosting e si tratta di spese molto accessibili, nell’ordine di alcune decine di euro all’anno.

Ovviamente, in relazione alle proprie esigenze, il prezzo può salire: se si desidera un sito web particolarmente performante, magari in grado di ricevere migliaia di accessi al giorno, il prezzo cresce, stesso dicasi se si pretendono delle grafiche particolari tali da rendere necessario, appunto, l’intervento di un professionista.

I costi possono crescere anche laddove si voglia ottimizzare il sito Internet con delle soluzioni di Web Marketing specifiche, come possono ad esempio essere quelle di tipo SEO, finalizzate a migliorare la visibilità all’interno dei motori di ricerca.

Il fatto che alcuni siti Internet vengano fatti pagare migliaia di euro, dunque, non è un qualcosa di strano: tutto dipende dal tipo di sito che viene realizzato e dalle proprie aspettative.

Ovviamente, purtroppo, c’è anche chi ne approfitta e chi richiede dei costi molto alti per dei prodotti che, in realtà, un cliente potrebbe assicurarsi spendendo cifre decisamente modeste, proprio per questo motivo è importante avere un quadro sufficientemente nitido di questo settore.