In che modo il tuo cervello e i tuoi viaggi influiscono sul tuo sonno

0
154
In che modo il tuo cervello e i tuoi viaggi
In che modo il tuo cervello e i tuoi viaggi

Molte persone concordano sul fatto che viaggiare sicuramente fa qualcosa per la loro capacità di dormire bene. Anche se potresti affaticare la fatica del tuo viaggiatore al jet lag o allo stress, la scienza sta iniziando a scoprire una diversa possibile ragione per svegliarsi sentendosi più esausto del solito che potrebbe essere collegato alle abitudini del sonno degli animali.

Per anni, i ricercatori hanno saputo che alcuni tipi di animali mostrano asimmetria tra i due emisferi del cervello durante i cicli del sonno. Guarnizioni di pelliccia, delfini e uccelli sono alcune delle creature che tendono a chiudere solo una parte del cervello per dormire mentre l'altra parte rimane attiva. Ad esempio, i delfini mantengono sempre la metà del loro cervello completamente sveglia e possono spegnersi tra i due emisferi in modo che ognuno si riposi.

Mentre non abbiamo questo tipo di controllo sul funzionamento del nostro cervello addormentato, è ormai noto che il tuo cervello altera i suoi schemi ondulatori per tenerti al sicuro durante la notte.

Qual è l'effetto First Night?

Ripensa all'ultima volta in cui sei stato in un posto nuovo e potresti ricordare di aver avuto problemi ad addormentarti la prima notte. Anche se potresti aver pensato che fosse perché eri lontano dal materasso a cui sei abituato, potrebbe esserci di più in quello che è successo.

Rapporti aneddotici di persone che lottano con il sonno in un nuovo ambiente sono stati condivisi nel corso della storia e gli scienziati hanno iniziato a chiedersi se esistesse un modo reale per dimostrare che l'effetto della prima notte è reale. L '"effetto della prima notte" è quando metà del cervello rimane vigile durante il sonno della prima notte in un nuovo posto. Questo è il cervello primitivo che lavora per proteggerti in un nuovo ambiente.

Cosa mostra la ricerca?

È interessante notare che un team della Brown University ha deciso di fare uno studio sul sonno per determinare esattamente come reagisce il cervello quando una persona dorme in un nuovo ambiente. Lo studio ha coinvolto un gruppo di soggetti in esame per due notti in laboratorio durante le quali sono state monitorate le loro onde cerebrali. Durante lo studio, il team di ricercatori ha scoperto che c'erano differenze significative nell'attività delle onde lente negli emisferi destro e sinistro del cervello la prima notte, e queste sono state compensate dalla seconda.

Vedendo che c'era una differenza nell'attività cerebrale tra la prima e la seconda notte, i ricercatori hanno approfondito ancora di più. Erano curiosi di scoprire se le differenze fossero dovute a una persona che aveva bisogno di rimanere semi-consapevole di ciò che stava accadendo nel loro ambiente, come come un delfino o un uccello potesse rispondere. La seconda notte, i ricercatori hanno riprodotto suoni casuali per monitorare quali parti del cervello rispondevano. Come sospettato, l'emisfero sinistro ha mostrato una maggiore attività per ogni nuovo suono. Ciò suggerisce che il cervello delle persone rimane davvero mezzo sveglio per monitorare l'ambiente di sonno alla ricerca di potenziali pericoli la prima notte.

Come evitare che il viaggio influisca sul sonno?

L'effetto della prima notte può farti sentire più stanco il giorno successivo poiché non hai ottenuto l'intero riposo adeguato di cui hai bisogno per essere il migliore. Per combattere questo, potresti dover pianificare il tuo viaggio in modo da arrivare un giorno o due prima di dover fare qualcosa di importante, in modo da poter dormire il necessario per una riunione di lavoro. Puoi anche portare un oggetto confortevole da casa. Una camicia da notte, un cuscino o una coperta possono aiutare a indurre il cervello a pensare di essere nella tua camera da letto sicura.

Capire che il cervello reagisce a nuovi ambienti aiuta a trovare modi per curare il jet lag e l'insonnia che affligge i viaggiatori. Con queste nuove informazioni, puoi intraprendere azioni per evitare di sentirti troppo stanco durante i tuoi viaggi.

In che modo il tuo cervello e i tuoi viaggi influiscono sul tuo sonno è stato modificato l'ultima volta: 10 marzo 2020 da Travel Blogger