OTA: scopriamo le Online Travel Agencies 

0
602
OTA scopriamo le Online Travel Agencies
OTA scopriamo le Online Travel Agencies

Scegliere il pacchetto più in linea con le proprie esigenze ed effettuare la propria prenotazione comodamente online è ormai una prassi molto consolidata tra i viaggiatori, oggi il web recita un ruolo da protagonista assoluto nel mondo del turismo e un punto di riferimento ormai imprescindibile è rappresentato, in quest’ottica, dalle OTA.

OTA è un acronimo con cui si indicano le Online Travel Agencies, vere e proprie agenzie viaggi che operano completamente in rete senza avere una sede fisica.

Il turismo “viaggia” online e le OTA sono protagoniste

Internet ha modificato radicalmente molteplici settori, si pensi ad esempio a quello del commercio, e il turismo non è stato immune a questa rivoluzione digitale: per chi vuol viaggiare, rivolgersi a un’OTA con pochi semplici click non può che essere la soluzione migliore.

Come detto, le OTA sono delle agenzie viaggi che operano online, di conseguenza esse corrispondono, di fatto, a dei portali web specializzati.

Nelle OTA sono presenti tantissime diverse proposte e questi siti Internet sono dotati di motori di ricerca interni in cui l’utente può inserire le proprie preferenze (località e data d’interesse, numero di notti di pernottamento ecc.) per visualizzare tutte le proposte in linea.

I vantaggi per il viaggiatore legati all’utilizzo di un’OTA sono evidenti: utilizzando questi siti, infatti, un semplice click è sufficiente per visualizzare tutte le proposte coerenti con quanto si sta cercando, proposte che, di norma, vengono visualizzate dalla più economica alla più cara.

Cosa c’è “dietro” una OTA?

Sicuramente la gestione di queste attività online richiede uno sforzo notevole: nel motore di ricerca infatti devono essere inserite quante più offerte possibile, in modo che l’utilizzatore possa trovare facilmente ciò di cui ha bisogno.

Il fulcro di queste agenzie online, inoltre, corrisponde agli accordi che le medesime pongono in essere con le strutture ricettive, le quali scelgono appunto di includere le proprie offerte nel portale in questione sottoscrivendo appositi contratti.

Chiaramente, per una struttura ricettiva i vantaggi in termini di business legati alla presenza di una OTA possono essere enormi: dal momento che queste piattaforme rappresentano un ottimo punto di riferimento, includere le proprie proposte nei relativi motori di ricerca può voler dire senz’altro incrementare in maniera importante il numero di clienti.

Come guadagnano le OTA?

Dal momento che, quella compiuta da queste aziende online, è di fatto un’attività di intermediazione, le OTA sviluppano i loro ricavi tramite delle percentuali che vengono trattenute da ogni singola prenotazione.

Ogni OTA, ovviamente, presenta le sue condizioni, le quali sono fissate nel contratto posto in essere con la struttura ricettiva che sceglie di aderire al circuito, anche l’ammontare delle commissioni, dunque, può variare.

Le OTA più interessanti per le strutture ricettive

Se ci si chiede quali siano le OTA più interessanti per le strutture ricettive che intendono incrementare il loro business, la risposta è meno scontata di quanto si possa credere.

Sicuramente sono importantissimi i grandi “colossi” del settore, si pensi a esempio a TripAdvisor o Booking, ma le OTA che si rivolgono a target più specifici non sono affatto da meno proprio perché, appunto, si rivolgono a un pubblico ben definito, e non generalista.

Gli esempi sono numerosi e meritano una menzione particolare le OTA a carattere geolocalizzato, quindi quelle riguardanti una specifica località turistica, come è il caso del portale www.hotelischia.org, interamente dedicato alla famosa “isola verde”.